libia

sea watch migranti morto 17enne

"È disumano"

Migranti, la Sea Watch salva 50 persone partite dalla Libia. Morto un 17enne: “Soccorsi in ritardo, le autorità italiane non vogliono il corpo del giovane”

I fatti accaduti ieri. Secondo la Ong quattro delle persone salvate erano affette da intossicazione da idrocarburi, ustioni, ipotermia e scabbia. La vittima è deceduta per le ustioni riportate. La denuncia della Ong: "Dopo nove ore dalla nostra segnalazione, le autorità hanno predisposto lo sbarco delle persone malate e ferite ma si sono rifiutate di prendere la salma del ragazzo che ha perso la vita"

di Redazione Web - 7 Marzo 2024

ARCHIVIO PER ANNO: