Giustizia archivio 2024

Suicidi in cella, a Roma la protesta dei penalisti contro Nordio

La strage nelle carceri

Suicidi in cella, a Roma la protesta dei penalisti contro Nordio

L’annuncio: “Denunceremo il ministro della Giustizia perché se non prende le decisioni concrete per impedire quello che accade nelle carceri, può esserne ritenuto responsabile. L’art.40 del Codice penale recita che non impedire un evento che si ha l’obbligo di impedire equivale a cagionarlo”.

di Angela Stella - 12 Luglio 2024

La mafia, le stragi e lo Stato: quali sono le verità che stanno emergendo

La verità sulle stragi

La mafia, le stragi e lo Stato: quali sono le verità che stanno emergendo

Pezzi consistenti della magistratura di Palermo misero i bastoni tra le ruote del piccolo gruppo che combatteva davvero la mafia e hanno facilitato l’uccisione di Falcone e Borsellino. Ora si tratterà di capire quali siano state le responsabilità personali. Intanto però i fatti sono chiari. E anche le forze politiche e i giornali dovrebbero prenderne atto.

di Piero Sansonetti - 10 Luglio 2024

Giulio Rena, è morto il detenuto in sciopero della fame e della sete contro il ‘fine pena mai’

Ergastolo e non violenza

Giulio Rena, è morto il detenuto in sciopero della fame e della sete contro il ‘fine pena mai’

Un altro decesso che ha riguardato il sistema carceri e giustizia italiano. La vittima, 67 anni, era reclusa nel penitenziario di Brucoli ad Augusta (in provincia di Siracusa). Gli sono stati negati i domiciliari e dallo scorso dicembre ha dato inizio alla sua disobbedienza civile. Più volte era stato sottoposto al trattamento sanitario obbligatorio: ha perso la vita in ospedale, le sue condizioni erano molto gravi

di Redazione Web - 9 Luglio 2024

La fine di Giuseppe Di Benedetto: condannato all’ergastolo, morto per pena

Il caso a Opera

La fine di Giuseppe Di Benedetto: condannato all’ergastolo, morto per pena

Negli ultimi 6 anni, come rilevato da Antigone, oltre 24mila detenuti hanno ricevuto, con il risarcimento del danno arrecato, il riconoscimento certificato da parte del proprio magistrato di sorveglianza della violazione dell’articolo 3 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo: ovvero di aver subito tortura e trattamenti inumani e degradanti.

di Diana Zogno - 7 Luglio 2024

Tre morti nelle carceri in un giorno, tre suicidi: sono 53 dall’inizio dell’anno. Rivolta dei detenuti nel penitenziario di Sollicciano a Firenze

Strage di Stato, ora basta!

Tre morti nelle carceri in un giorno, tre suicidi: sono 53 dall’inizio dell’anno. Rivolta dei detenuti nel penitenziario di Sollicciano a Firenze

E la politica e le istituzioni sono indifferenti, è clamoroso e vergognoso quello che sta accadendo in Italia. Diritti, civiltà e Costituzione calpestati, nella struttura detentiva toscana invasione di cimici e mancanza di acqua: qualcuno pagherà per tutto ciò? Chi si assumerà la responsabilità di tutti questi decessi, la maggior parte di giovani?

di Redazione Web - 4 Luglio 2024

ARCHIVIO PER ANNO: