Intubato in terapia intensiva

Difende uomo insanguinato e inseguito: Shimpei Tominaga lotta tra la vita e la morte, colpito dal branco a Udine

Un uomo era entrato in un locale con il volto insanguinato. Il 56enne lo ha difeso. Cadendo avrebbe picchiato la testa sullo spigolo del marciapiede riportando multiple fratture craniche

Cronaca - di Redazione Web - 24 Giugno 2024 alle 10:58

Condividi l'articolo

FOTO DA INSTAGRAM (SHIMPEI TOMINAGA)
FOTO DA INSTAGRAM (SHIMPEI TOMINAGA)

Shimpei Tominaga ha visto l’uomo che grondava sangue e lo ha aiutato, lo ha difeso. Rischia la vita, è in coma farmacologico, intubato in terapia intensiva. L’aggressione venerdì notte, in un locale in centro a Udine. Fermate cinque persone, ragazzi tra i 20 e i 30 anni, protagonisti di una trasferta dal trevigiano dai contorni ancora tutti da chiarire. Sull’episodio indaga la Polizia.

Shimpei Tominaga ha 56 anni, giapponese, vive a Udine da anni. Si occupa di import/export di mobili dal Giappone, dove vivono la moglie e il figlio. Era in un locale in centro con amici quando ha visto entrare un uomo con il volto insanguinato. Era inseguito da cinque ragazzi, in trasferta dal Veneto, che stavano provando a raggiungerlo anche all’interno del locale. Stando alla ricostruzione del Messaggero Veneto Tominaga avrebbe provato con gli amici a calmare gli animi.

È stato colpito da un pugno, cadendo avrebbe picchiato la testa sullo spigolo del marciapiede riportando multiple fratture craniche. È stato subito trasportato in ospedale dopo che è scattato l’allarme. Ad aiutare la polizia le immagini delle telecamere di videosorveglianza e i video girati dai telefonini cellulari di alcuni presenti: i cinque accusati di lesioni gravi sono stati subito rintracciati e fermati, alcuni hanno precedenti.

Nell’aggressione è rimasto ferito anche uno degli amici del 56enne intubato. La moglie e il figlio di Shimpei Tominaga sono partiti dal Giappone per raggiungere l’uomo in terapia intensiva all’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine.

24 Giugno 2024

Condividi l'articolo