Lutto e mistero

Chi è e come è morto Thomas Kingston: l’improvvisa scomparsa che colpisce la Royal Family

Imparentato con i Windsor per il matrimonio con lady Gabriella, duchessa del Kent. L'ex diplomatico e finanziere in passato ha avuto una relazione con la sorella di Kate Middleton. Il corpo trovato in una residenza che non è quella della vittima

Esteri - di Redazione Web - 28 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Chi è e come è morto Thomas Kingston

Ancora cattive notizie per la Royal Family britannica, non senza tracce di mistero: stavolta a rimbalzare sui giornali con evidenza è la morte a soli 45 anni – considerata “non sospetta” dalla polizia, ma neppure chiarita nelle sue singolari circostanze – di Thomas Kingston, imparentato con i Windsor per via del matrimonio con la secondogenita dei duchi di Kent, cugini della defunta regina Elisabetta, lady Gabriella Kingston, 56esima nella linea di successione al trono. Kingston, ex diplomatico e finanziere di successo alla City che in passato aveva avuto una relazione anche con Pippa Middleton, sorella di Kate, futura regina e consorte dell’erede al trono William, è stato trovato cadavere “in una proprietà” di campagna nel Gloucestershire.

Chi è e come è morto Thomas Kingston

Quindi non a casa sua. Le autorità si sono affrettate a far sapere che non vi sono fatti sospetti nel decesso, né “altre persone coinvolte“. Ma non hanno citato alcuna possibile causa, come un malore o altro, tanto da indurre alcuni media a evocare un qualche elemento di “giallo“. Immediata comunque la reazione dei vertici della dinastia, a cominciare dal messaggio addolorato di cordoglio diffuso da Buckingham Palace a nome di re Carlo III, della regina Camilla e dell’intero casato dei Windsor: “Tom – vi si legge – è stato un uomo eccezionale che ha elevato le vite di tutti coloro che lo hanno conosciuto. La sua morte suscita grande sgomento in tutta la famiglia“.

Thomas Kingston e lady Gabriella

La Bbc ha peraltro precisato che la notizia dell’improvvisa scomparsa di Kingston, diffusa ieri sera, non avrebbe nulla a che fare con “i motivi personali” evocati ieri mattina dalla corte per giustificare l’inspiegato forfait dell’ultimo minuto del principe William a una solenne cerimonia commemorativa familiare al castello di Windsor in ricordo di Costantino di Grecia, deceduto nel 2023.

28 Febbraio 2024

Condividi l'articolo