Sfiorata la magnitudo 3

Terremoto a Napoli, forte sciame ai Campi Flegrei torna la paura: “Sono state almeno quattro scosse”

Una nuova scossa di terremoto ha colpito i Campi Flegrei nel primo pomeriggio del 2 luglio. Alle 15.10 il sisma è stato avvertito dalla popolazione che ha iniziato a scatenarsi sui social. Secondo molti utenti le scosse sarebbero state tre a brevissima distanza.

News - di Piero de Cindio - 2 Luglio 2024 alle 15:19

Condividi l'articolo

Terremoto a Napoli, forte sciame ai Campi Flegrei torna la paura: “Sono state almeno quattro scosse”

Uno sciame sismico ai Campi Flegrei ha fatto registrare quattro scosse in soli 4 minuti. La prima scossa alle 15.10 ha fatto tremare Pozzuoli e molti quartieri di Napoli. A distanza di un minuto l’una dall’altra, si sono susseguite altre tre scosse tutte con lo stesso epicentro e alla stessa profondità. Lo sciame sismico è stato avvertito dalla popolazione che ha iniziato a scatenarsi sui social. Alcune segnalazioni parlano di scossa avvertita anche nella zona collinare e alcune persone sarebbero scese in strada a Bagnoli e a Pozzuoli.

LA MAGNITUDO DELLO SCIAME SISMICO DEL 2 LUGLIO

Uno sciame sismico è iniziato alle 15:10 del 2 luglio 2024. Un primo terremoto di 2.9 è stato registrato alle 15:10:14. Un secondo sisma è stato registrato alle 15:11:34 con magnitudo 2.7, mentre un terzo alle 15:13:45. Poi alle 15:14:02 c’è stato un quarto sisma di magnitudo 2.5. Tutti i terremoti hanno lo stesso epicentro, nel mare difronte via Napoli a Pozzuoli e tutti sono stati registrati ad una profondità tra i 2 e i 3 chilometri.

LA PROVE DI EVACUAZIONE

E’ stato un flop la partecipazione alla prova di evacuazione a Pozzuoli effettuata il 26 giugno sul lungomare Pertini l’esercitazione organizzata dalla Protezione Civile insieme al comune la simulazione di una evacuazione dei Campi Flegrei dovuta ad un “bradisismo forte“. L’adesione, che era volontaria su prenotazione, era stata già modesta con appena 200 iscrizioni. Stamattina poi agli stand della Protezione Civile a chiedere informazioni si sono presentate prima quattro persone e successivamente altre cinque. In totale, quindi, l’esercitazione ha coinvolto appena nove persone.

Il Comune di Pozzuoli ha anche potuto usufruire del sistema IT-Alert che alle 14,32 aveva inviato un sms per segnalare l’esercitazione di oggi. A Pozzuoli poi è stata data ampia comunicazione dell’iniziativa e infatti da alcuni giorni vengono affissi avvisi pubblici e la promozione ha riguardato anche i social istituzionali con varie campagne di promozione. Le istituzioni però non si sono fermate a queste strategie di comunicazione ma hanno anche provveduto a chiamate dirette ai residenti del quartiere di Toiano per avvertire nel modo più capillare possibile la popolazione.

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO

2 Luglio 2024

Condividi l'articolo