L'intervista a Don Lemon

Elon Musk ammette l’uso di ketamina “nell’interesse degli investitori”: poi nega di aver finanziato Trump

Esteri - di Redazione - 18 Marzo 2024 alle 18:02 AGGIORNATO IL 18 Marzo 2024 alle 18:04

Elon Musk nell’intervista a Don Lemon
Elon Musk nell’intervista a Don Lemon

L’articolo del Wall Street Journal sul suo uso di droghe aveva generato la preoccupazione, per usare un eufemismo, degli investitori in Tesla, X e SpaceX, le sue aziende nel settore automotive, aerospaziale e social network.

Lui tramite il suo avvocato Alex Spiro aveva negato il tutto, sottolineando di ricevere “regolarmente test a sorpresa per l’uso di stupefacenti a SpaceX, e non ne ha mai fallito uno”. Ora però Elon Musk, il discusso imprenditore di origini sudafricane, da anni ormai nella ristretta cerchia degli uomini che si contendono il titolo di “uomo più ricco del mondo”, ammette l’uso di droghe.

Il contesto è quello di una intervista all’ex conduttore della Cnn Don Lemon, che ha recentemente deciso di mettersi in proprio con un proprio format lanciato sulle più note piattaforme di streaming web.

I problemi per l’intervista a Don Lemon

Intervista a Don Lemon nata in un contesto di certo non tranquillo. Le domande poste dall’ex anchorman della Cnn non sono piaciute al miliardario, ormai da tempo diventato un punto di riferimento per l’alt-right americana, l’estrema destra diventata elettorato di riferimento di Donald Trump. Musk ha infatti sposato la guerra contro la cosiddetta “cultura woke”, la balla della teoria della “grande sostituzione” a cui dedica spesso i suoi post su X, oltre ad essersi intestato la battaglia per il “free speech” sui social, la libertà di espressione che sul suo social è diventata ormai libertà di insultare e diffondere odio.

Musk e Lemon avevano stretto un accordo per la pubblicazione dell’intervista anche su X, intesa che rischiava di saltare proprio per il contenuto dei 60 minuti di faccia a faccia: le proteste di Lemon hanno però costretto Musk a fare marcia indietro.

Musk confessa l’uso di ketamina

Nell’intervista l’imprenditore ha ammesso di fare uso di ketamina, come appunto riferito settimane fa dal Wall Street Journal. A Lemon Musk ha spiegato che l’assunzione di ketamina è stata regolarmente prescritta e che l’uso è “nel migliore interesse degli investitori” delle sue aziende. “Per loro (gli investitori, ndr) ciò che conta è l’esecuzione” quindi “se c’è qualcosa che sto prendendo, dovrei continuare a farlo“, ha spiegato Musk.

Cos’è la ketamina

Tecnicamente la ketamina è un farmaco, utilizzato per il trattamento della depressione: a dosi subanestetiche, maggiori di quelle antidepressive, è utilizzata invece a scopo stupefacente per via dei suoi effetti allucinogenici di tipo dissociativo. Musk ha infatti spiegato che la ketamina gli è utile per “alleviare periodi di malumore” che ha descritto come “maree chimiche”.

Il rapporto con Donald Trump

Nell’intervista Musk ha anche discusso del suo rapporto con Donald Trump, anche per precisare il contesto del suo discusso incontro col tycoon e candidato Repubblicano alla Casa Bianca di alcune settimane fa, che aveva portato a discussioni sui media Usa su un possibile impegno economico dell’imprenditore in favore dell’ex presidente.

Non pagherò i sui conti per i legali. Non mi ha chiesto nessuna donazione”, ha spiegato Musk. L’incontro tra i due, invece, è avvenuto abbastanza casualmente. Musk ha raccontato di aver fatto colazione a casa di un amico. “Mi ha detto ‘viene anche Trump, ci sono problemi?’ Gli ho detto di no” ha ammesso il miliardario. “Ha parlato soprattutto lui, all’ex presidente piace parlare. Non ricordo che abbia detto qualcosa di nuovo, che non avesse già detto pubblicamente”, ha detto Musk, non escludendo la possibilità di appoggiare uno dei due candidati alla Casa Bianca, Joe Biden e Trump: “Se lo farò, spiegherò il perché”.

di: Redazione - 18 Marzo 2024

Condividi l'articolo