L'indagine Youtrend per Agi

Sondaggi politici elettorali: l’ultima Supermedia sui partiti, perdono tutti e nella valle di lacrime sorride solo uno

Slittano e scivolano tutte le formazioni nell'ultima Supermedia. Soltanto una formazione guadagna mezzo punto percentuale

News - di Redazione Web - 2 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Collage di foto da LAPRESSE con (da sinistra) Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Elly Schlein
Collage di foto da LAPRESSE con (da sinistra) Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Elly Schlein

C’è poco, pochissimo da sorridere per i partiti a giudicare dalla Supermedia di sondaggi YouTrend per Agi. Perdono tutti, scivolano nel listone degli orientamenti di voto i partiti italiani. L’unica a sorridere è l’Alleanza Verdi e Sinistra, che guadagna perfino mezzo punto percentuale. L’ultima Supermedia era stata pubblicata il 19 gennaio: nel giro di due settimane, tra autonomia differenziata e caso Ilaria Salis, tensioni nella maggioranza e Piano Mattei, non sorride nessuno. C’è tempo, ma non è un buon segno per le Europee.

Il partito della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, scende al 28,6%. Stessa variazione per il Partito Democratico della segretaria Elly Schlein, dello 0,1%, che scivola al 19,2%. Il Movimento 5 Stelle dell’ex premier e “avvocato del popolo” Giuseppe Conte scende dello 0,2%, è al 16,2%. La valle di lacrime si allarga e si allaga con i dati degli altri due partiti di maggioranza, Lega e Forza Italia, che scendono all’8,5% e al 7,4%.

Bisogna scendere fino all’Alleanza Verdi Sinistra, al 3,9%, che guadagna lo 0,5%. Scivolano anche i partiti dell’ex Terzo Polo, Azione di Carlo Calenda al 3,8% e Italia Viva di Matteo Renzi al 3,1%. +Europa guadagna appena lo 0,1%. ItalExit per l’Italia, appena abbandonata dal fondatore Paragone, stabile all1,6%. Unione Popolare scivola all’1,2%. Noi Moderati stabili all’1%.

Partiti in fibrillazione e in tensione per i prossimi appuntamenti elettorali tra amministrative ed Europee – queste ultime che si terranno domenica 9 giugno, un vero e proprio banco di prova per le formazioni, per via del sistema elettorale proporzionale.

 

2 Febbraio 2024

Condividi l'articolo