Il delitto

Omicidio nella tabaccheria, la titolare uccisa a coltellate: “Foggia non è più un posto sicuro”

La donna aveva riaperto proprio oggi la sua attività dopo la pausa estiva. Per lei non c'è stato niente da fare, il corpo è stato trovato riverso vicino al bancone. Non si esclude nessuna pista

Cronaca - di Redazione Web - 28 Agosto 2023

CONDIVIDI

Foto di repertorio
Foto di repertorio

Aveva appena riaperto, proprio oggi, la sua attività dopo la pausa estiva, la donna di 72 anni titolare di una tabaccheria in via Marchese De Rosa a Foggia. Francesca Marasco è stata uccisa a coltellate, raggiunta da diversi fendenti fatali questa mattina. Per la vittima non c’è stato nulla da fare. Quando sul posto sono giunti i soccorritori e le forze dell’ordine la donna era già morta. Sul caso indagano i carabinieri, al momento non si esclude alcuna pista anche se alcuni media locali ipotizzano la rapina culminata nel sangue.

L’omicidio si è consumato intorno alle 13:00. La donna lavorava da sola, non era sposata ed era conosciuta da tutti nel quartiere. Il corpo di Marasco è stato ritrovato riverso vicino al bancone. Non sarebbe stata ancora identificata la persona che ha fatto scattare l’allarme al 112. Sul posto anche il medico legale per un primo esame sul cadavere. Gli investigatori analizzeranno le immagini delle telecamere di sorveglianza per risalire alla dinamica dell’omicidio. L’episodio ha riportato a molti alla mente quello del 15 luglio 2020, quando in una rapina al Bar Gocce di Caffè venne ucciso Francesco Traiano, titolare dell’attività.

“Fino a qualche anno fa nel negozio c’era anche la madre ma poi è venuta a mancare e Francesca, da allora gestiva tutto da sola. Alle 12 sono passato con il cane davanti all’ingresso della tabaccheria e sembrava tutto tranquillo. Poi abbiamo sentito molte sirene e abbiamo appreso cosa era accaduto. Foggia non è più un posto sicuro“, ha dichiarato all’Agi una persona della zona.

28 Agosto 2023

Condividi l'articolo