La tragedia in laguna

Sbalzato dalla barca, 28enne muore annegato alla Festa del Redentore a Venezia

Lo scontro con uno dei pali in legno che indicano i canali nella laguna. Riccardo Nardin non è più riemerso. Illese le altre due ragazze a bordo

Cronaca - di Redazione Web - 16 Luglio 2023 alle 11:40

Condividi l'articolo

Sbalzato dalla barca, 28enne muore annegato alla Festa del Redentore a Venezia

Riccardo Nardin ha urtato una briccola ed è finito in acqua. Aveva 28 anni, è morto annegato durante i festeggiamenti della festa del Redentore a Venezia. Illese le altre due ragazze a bordo con lui. Sul posto sono intervenuti i mezzi di soccorso tra cui la motobarca della Marittima, due autopompe lagunari e una moto d’acqua dei vigili del fuoco. Il cadavere è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco.

La tradizione vuole che tantissimi a Venezia, tra autoctoni e cittadini, guardino lo spettacolo fuochi d’artificio della festa del Redentore direttamente dalle imbarcazioni lungo i canali della laguna. L’evento richiama tantissime persone. Poco prima delle 6:30 nel bacino della stazione marittima si è verificato un altro incidente. Nello scontro tra due imbarcazioni tre persone sono finite in acqua, sono state salvate e recuperate dai vigili del fuoco.

Niente a che vedere con la tragedia che si è consumata alla fine dei fuochi d’artificio. Nardin era a bordo del barchino con altri due giovani, due ragazze, nel canale tra l’isola di San Giorgio e quella di San Servolo, davanti al bacino San Marco. Avrebbe urtato uno dei pali in legno che indica i canali della laguna e sarebbe stato sbalzato in acqua. Il corpo non è più riemerso. È stato recuperato dai sommozzatori.

“Voglio esprimere il cordoglio della Città di Venezia e mio personale per la scomparsa del giovane 28enne di Cavallino-Treporti in un tragico incidente nautico, le cui cause sono ancora al vaglio degli inquirenti. Ci stringiamo tutti alla sua famiglia e agli affetti più cari. Purtroppo è un’altra giovane vita spezzata all’improvviso”, ha scritto in un post su Facebook il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

“Era stata una giornata di festa, con lo spettacolo pirotecnico che aveva illuminato la ‘notte famosissima’. Nella fase di esodo, che stava proseguendo regolarmente, è arrivata questa triste notizia. Ringrazio i Vigili del Fuoco, le Forze dell’ordine, i sanitari e tutti coloro che si sono subito attivati per le ricerche e per soccorrere gli altri componenti dell’equipaggio dell’imbarcazione. Purtroppo per la vittima non c’è stato nulla da fare. In sua memoria, come Comune, abbiamo deciso che prima delle Regate del Redentore, che si svolgeranno nel pomeriggio nel canale della Giudecca, osserveremo un minuto di silenzio“.

16 Luglio 2023

Condividi l'articolo