Il bilancio provvisorio

Bus precipita in una scarpata, un morto e 14 feriti nel gravissimo incidente sull’A16

All'altezza di Vallesaccarda, feriti ricoverati tra Avellino, Benevento e Ariano Irpino. Sollevato con una gru il pullman per recuperare eventuali altri feriti

Cronaca - di Redazione Web - 4 Giugno 2023 alle 08:08 AGGIORNATO IL 4 Giugno 2023 alle 17:00

Bus precipita in una scarpata, un morto e 14 feriti nel gravissimo incidente sull’A16

Bilancio gravissimo nell’incidente che questa mattina si è verificato sull’autostrada A16 Napoli-Canosa. È morta una persona e altre 14 sono rimaste ferite. Coinvolti un pullman e cinque automobili. Sul posto sono intervenuti un’eliambulanza e i vigili del fuoco. A bordo dell’autobus viaggiavano 38 passeggeri. Il mezzo pesante è finito in una scarpata all’altezza del comune di Vallesaccarda, al chilometro 101, in direzione Napoli. Avrebbe travolto altre due autovetture ferme sulla corsia per un violento tamponamento.

Successivamente sono arrivate le altre tre autovetture coinvolte nell’incidente. Riporta l’Ansa che i feriti sono stati trasportati ad Avellino, Benevento, Ariano Irpino e in altri ospedali. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Grottaminarda e Bisaccia e Avellino con un’autogru e un’eliambulanza. Due dei feriti sono stati trasferiti in condizioni particolarmente gravi.

Il pullman era partito dal Lecce ed era diretto a Roma Tiburtina. A bordo due autisti. I vigili del fuoco, con l’aiuto di una gru, hanno sollevato il mezzo dalla scarpata. A morire un’automobilista a bordo delle due vetture, ancora in corso di identificazione. L’uomo alla guida non è riuscito a evitare lo scontro con le auto. Il mezzo si è ribaltato ed è finito nella scarpata sul lato destro della carreggiata. Lo scontro è stato attutito dalle piante a bordo strada.

I soccorsi hanno sollevato il bus per recuperare altri eventuali passeggeri. Ancora da ricostruire con precisione la dinamica dei fatti. Alcuni dei feriti non gravi sono stati ospitati nella palestra comunale di Grottaminarda. “A svegliarci è stata la violenta frenata e poi il botto, quando ci siano scontrati con le auto, prima di finire nella scarpata”, ha raccontato un giovane che si trovava a bordo a Il Corriere del Mezzogiorno.

(Articolo in aggiornamento)

4 Giugno 2023

Condividi l'articolo