Stop alla tratta

Circumvesuviana: perché è stata chiusa la linea Napoli-Baiano, l’interruzione e le proteste di pendolari e sindacati

Eav: "Per consentire urgenti lavori di manutenzione straordinaria che daranno maggiore sicurezza e regolarità alla linea". Le proteste: "Gestione localizzata esclusivamente sulla linea di Sorrento"

News - di Redazione Web - 1 Luglio 2024

CONDIVIDI

FOTO DI REPERTORIO Foto LaPresse – Alessandro Pone 04 Agosto, Napoli (Italia) Cronaca Al via il piano Spiagge sicure 2018 in 54 comuni. Al via i controlli a Sorrento della Polizia Municipale contro l’abusivismo. In foto la polizia municipale alla stazione della circumvesuviana per evitare che gli ambulanti arrivano sulle spiagge. Photo Lapresse Alessandro Pone 04 August, Napoli news Launch of the 2018 safe beaches plan in 54 municipalities. At the start the controls in Sorrento of the Municipal Police against illegal. In the photo the municipal police at the circumvesuviana station to avoid that the hawkers arrive on the beaches.
FOTO DI REPERTORIO Foto LaPresse – Alessandro Pone 04 Agosto, Napoli (Italia) Cronaca Al via il piano Spiagge sicure 2018 in 54 comuni. Al via i controlli a Sorrento della Polizia Municipale contro l’abusivismo. In foto la polizia municipale alla stazione della circumvesuviana per evitare che gli ambulanti arrivano sulle spiagge. Photo Lapresse Alessandro Pone 04 August, Napoli news Launch of the 2018 safe beaches plan in 54 municipalities. At the start the controls in Sorrento of the Municipal Police against illegal. In the photo the municipal police at the circumvesuviana station to avoid that the hawkers arrive on the beaches.

Disagi, solidarietà e proteste. Che non mancano mai, in verità, quando si parla di Circumvesuviana: anche nel 2024 tra le peggiori linee ferroviarie d’Italia secondo il report annuale Pendolaria curato da Legambiente. E che soltanto l’ironia è riuscita a trasformare in un fenomeno social con una pagina satirica seguitissima. Discorso completamente diverso per chi di quella tratta si serve giorno per giorno: dal primo luglio all’11 settembre la tratta Napoli-Baiano sarà interrotta per lavori urgenti. E il servizio sarà coperto da bus sostitutivi.

Ma perché? “A partire da lunedì primo luglio – si legge in una nota EAV – la linea Napoli-Baiano della Circumvesuviana verrà interrotta per consentire urgenti lavori di manutenzione straordinaria che daranno maggiore sicurezza e regolarità alla linea stessa, che sarà riaperta a partire dal giorno 11 settembre e porterà a San Giorgio a Cremano”. L’Ente Autonomo Volturno ha spiegato che “si tratta di una scelta obbligata al presentarsi di esigenze di manutenzione straordinarie, simili a quelle previste spesso anche da Rfi (come ad esempio, nel nostro territorio, con la chiusura della tratta Napoli-Castellammare programmata per il periodo di luglio e agosto)”.

Le proteste contro le interruzioni della Circumvesuviana

I pendolari hanno incassato la solidarietà dei sindacati Orsa e USB. “La chiusura totale della linea e la gestione aziendale delle linee vesuviane – hanno scritto in una nota congiunta Enzo Ciniglio, portavoce del comitato pendolari ‘No al taglio dei treni della Circumvesuviana’, e Salvatore Alaia, presidente del comitato civico E(a)vitiamo di Sperone – la cui attenzione è focalizzata esclusivamente sulla linea di Sorrento, come da tempo denunciano i pendolari, provoca una differenziazione territoriale che penalizza le aree interne”.

I manifestanti che hanno protestato contro l’interruzione, e annunciato che le proteste continueranno, chiedevano che i lavori venissero svolti durante la notte, come succede già sulla linea per Sorrento, per mantenere il servizio attivo durante il giorno. “I lavori di manutenzione – rispondeva Eav – a volte si possono fare di notte, altre volte per la corposità degli interventi è necessario la interruzione dell’esercizio per un periodo più lungo di una notte. Questo per assicurare la sicurezza degli utenti e dei lavoratori che eseguono i lavori”.

Perché l’interruzione alla Circumvesuviana

Sul sito dell’EAV si leggono le ragioni dell’interruzione in diverse pagine dedicate agli interventi previsti. A partire da Napoli, dove la stazione del Centro Direzionale della Vesuviana “deve essere chiusa per tre anni per interventi sostanziali di rifacimento totale, condivisi con il Comune di Napoli che ne curerà la realizzazione. Pertanto la linea da Baiano non potrà più transitare per il centro direzionale ma devierà sulla stazione di San Giorgio, dove chi è diretto a Napoli dovrà cambiare treno”.

I lavori sulla tratta Napoli-Volla della linea Napoli-Baiano sono previsti dall’1 luglio al 12 settembre 2027. “Sono apparsi fenomeni di infiltrazioni dal solettone di fondo della galleria sempre più consistenti, nonché di fenomeni di fessurazione del solettone stesso che hanno intensificato le venute d’acqua”. La situazione, esacerbata a quanto ricostruito dalla realizzazione della canna di galleria della metropolitana di Napoli in affiancamento a quella EAV, aveva portato a interruzioni e manutenzioni continue. “In sintesi i lavori previsti sono: smantellamento del tratto ferroviario esistente; costruzione di una galleria impermeabilizzata all’interno di quella esistente; ricostruzione degli impianti ferroviari”.

Previsti dall’1 luglio al 10 settembre 2024 i lavori sulla Linea Napoli-Baiano e sulla tratta San Giorgio-Volla “di ammodernamento e manutenzione ordinaria e straordinaria sulla gran parte degli impianti ferroviari, la cui realizzazione in esercizio comporterebbe un degrado della circolazione per circa 18 mesi”. Prevista a fine febbraio 2025 la riapertura della linea Napoli-Cancello-Benevento.

1 Luglio 2024

Condividi l'articolo