Ancora alta tensione

Terremoto ai Campi Flegrei: torna la paura dopo la notte tranquilla, la scossa magnitudo 3.6

Epicentro in mare, nel golfo di Pozzuoli. Ieri l'Osservatorio Vesuviano aveva dichiarato concluso lo sciame sismico. Oggi il vertice interministeriale convocato da Meloni a Palazzo Chigi

News - di Redazione Web - 22 Maggio 2024

CONDIVIDI

FOTO DA INGV
FOTO DA INGV

Altra scossa nei Campi Flegrei, un’altra di magnitudo considerevole. 3.6. È stata avvertita in mattinata, registrata dall’Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia (INGV) a una profondità di quattro chilometri. La scossa è stata avvertita nella zona interessata dal fenomeno del bradisismo e in diversi quartieri prossimi alla zona dei Campi Flegrei. La scossa è arrivata dopo una notte relativamente tranquilla dopo quella ad altissima tensione tra lunedì e martedì scorsi, quando sono state registrate circa 150 scosse, quattro delle quali piuttosto forti, una di queste la più forte da quarant’anni a questa parte, di magnitudo 4.4.

L’Osservatorio Vesuviano ha rilevato il terremoto alle 8:28 di questa mattina. È stata avvertita chiaramente a Pozzuoli, Bacoli e Quarto e nei quartieri di Fuorigrotta, Agnano e Pianura. L’epicentro è stato localizzato nel golfo di Pozzuoli, a ridosso di Punta Epitaffio. Inizialmente era stata stimata dall’Istituto a una magnitudo 3.4. L’istituto ieri sera aveva dichiarato concluso lo sciame sismico iniziato alle 19:51 di lunedì 20 maggio. In tutto erano stati registrati 168 terremoti. Ieri erano state registrate soltanto scosse di magnitudo intorno a una media dell’1.1. L’ultima alle 22:48.

“Vi chiediamo di non richiamare se avete già segnalato il danno – si legge sulla pagina Facebook del Comune di Pozzuoli – I tecnici del Comune, insieme alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco, stanno procedendo alle verifiche delle segnalazioni, che sono tante e richiedono tempo”. La Presidente del Consiglio Giorgia Meloni oggi presiederà a Palazzo Chigi un vertice interministeriale sulla situazione ai Campi Flegrei. Ad annunciarlo il ministro della Protezione Civile Nello Musumeci secondo cui sul tavolo ci saranno “eventuali ulteriori interventi da parte del governo, dopo quelli già promossi e in corso di attuazione con il decreto legge dell’ottobre scorso”.

 

“Ci stiamo anche organizzando – aveva detto ieri il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi – per creare un’area di eventuale accoglienza per chi ha paura di restare a casa e vuole trascorrere la notte fuori. Questa è una fase che può continuare per mesi per cui il tema è da un lato gestire la sicurezza degli edifici, e ad oggi non rileviamo alcun danno significativo, dall’altro convivere con questo fenomeno cercando di mantenere la normalità. Per questa ragione oggi abbiamo ridotto la chiusura delle scuole solo a quelle della nona e decima municipalità e da domani, terminate le verifiche, si andrà a scuola regolarmente”.

 

22 Maggio 2024

Condividi l'articolo