A Neukolln

Aggredita l’ex sindaca di Berlino Franziska Giffey: secondo raid contro socialdemocratici in Germania

Appena qualche giorno fa il pestaggio del candidato alle Europee Matthias Ecke. L'ex sindaca colpita alle spalle, "con una borsa che conteneva qualcosa di duro", alla testa e al collo

Esteri - di Redazione Web - 8 Maggio 2024

CONDIVIDI

Berlin Mayor Franziska Giffey attends a commemoration for homosexual victims of the Holocaust in Berlin, Germany, Wednesday, Jan. 25, 2023. The city of Berlin on Sunday, Feb. 12, 2023, holds a court-ordered rerun of a chaotic 2021 state election that was marred by severe glitches at many polling stations.(AP Photo/Markus Schreiber)
Berlin Mayor Franziska Giffey attends a commemoration for homosexual victims of the Holocaust in Berlin, Germany, Wednesday, Jan. 25, 2023. The city of Berlin on Sunday, Feb. 12, 2023, holds a court-ordered rerun of a chaotic 2021 state election that was marred by severe glitches at many polling stations.(AP Photo/Markus Schreiber)

Solo qualche giorno dopo l’aggressione all’europarlamentare socialdemocratico tedesco (Spd) Matthias Ecke, candidato nella regione della Sassonia alle prossime elezioni europee, un’altra esponente di punta del partito aggredita. Franziska Giffey è stata “colpita alle spalle da un uomo”, ha raccontato lei stessa, nel quartiere Neukolln a Berlino. È stata trasportata in ospedale con una ferita alla testa, non in gravi condizioni. Sull’aggressione è stata aperta un’indagine.

Giffey ha 46 anni, è una politica socialdemocratica tedesca, senatrice responsabile dell’Economia per l’amministrazione di Berlino. È stata sindaca della capitale della Germania e ha lavorato in passato come ministra della Famiglia al fianco dell’ex cancelliera Angela Merkel. Ha raccontato di essere stata colpita “alle spalle da un uomo che ha usato una borsa che conteneva qualcosa di duro e che le ha inferto un colpo alla testa e al collo”. Chi l’ha colpita è scappato subito dopo l’aggressione. La politica è stata portata in ospedale ed è stata subito dimessa.

L’aggressione a Matthias Ecke

L’aggressione a Matthias Ecke si era consumata invece a Dresda, la città considerata la capitale dell’estrema destra in Germania. Il candidato è stato “aggredito e gravemente ferito” venerdì sera mentre affiggeva manifesti nella città. A consumare il raid tre o quattro persone spuntate all’improvviso che avrebbero preso a insultare e a colpire Ecke e altri militanti dell’Spd che stavano facendo attacchinaggio. Il pestaggio è scattato dopo insulti anche a carattere omofobo.

Ecke era stato ricoverato ed era stata annunciata un intervento. Aveva perso conoscenza dopo il pestaggio e avrebbe rimediato la rottura di diverse ossa. Soltanto pochi minuti prima era stato aggredito a calci un militante di 28 anni dei Verdi. L’agenzia tedesca Dpa aveva scritto, citando fonti di polizia, che si erano già verificati tentativi di intimidazione, distruzioni di manifesti e insulti verso militanti che li affiggevano. Non un caso isolato quindi.

8 Maggio 2024

Condividi l'articolo