Nella storia dell'atletica

Chi è Mykolas Alekna, il discobolo che 38 anni dopo ha superato il record del mondo nel lancio del disco

Sport - di Redazione - 15 Aprile 2024

CONDIVIDI

Mykolas Alekna
Mykolas Alekna

Sulla pedana del ‘Millican Field’ di Ramona, in California, ha infranto il record più longevo dell’atletica leggera maschile, un primato lungo ben 38 anni: Mykolas Alekna, 21 anni, è infatti il nuovo detentore del record del mondo nel lancio del disco.

Il figlio d’arte di Kaunas, il padre Virgilijus in passato era a sua volta arrivato a venti centimetri da quel record, ha lanciato il disco a 74, 35 metri durante l’Oklahoma Throws Series, sfruttando pienamente le condizioni di vento favorevoli.

Dopo un terzo di secolo abbondante si infrange così il vecchio record della specialità, fatto segnare dal lanciatore tedesco Juergen Schult il 6 giugno del 1986 al ‘Jahnstadion’ di Neubrandenburg, quando il disco volò a 74,08 metri.

Il nuovo record del mondo e la carriera

Una giornata clamorosa quella di Alekna all’Oklahoma Throws Series di Ramona: salito in pedana aveva aperto con un primo lancio da 72,21 metri, salendo a 72,89 metri al terzo. Il quinto è quello della storia: la prima misura è inizialmente stimata in 74,41 metri, poi corretta a 74,35 metri, abbastanza comunque per segnare il nuovo record nel lancio del disco. Un periodo d’oro per Alekna, che già lo scorso 6 aprile aveva lanciato a 71,39 metri facendo segnare il decimo posto nella graduatoria di sempre.

Il figlio di Virgilijus, due volte campione olimpico nella specialità a Sydney 2000 e Atene 2004, ma anche altrettante volte campione del mondo (Parigi 2003 e Helsinki 2005) ed europeo (Goeteborg 2006), ha già un palmares di livello: bronzo lo scorso anno ai Mondiali di Budapest e argento ad Eugene 2022, oltre al titolo europeo di Monaco di Baviera 2022, l’oro mondiale ed europeo under 20 del 2021 e quello europeo under 23 dello scorso anno in Finlandia.

Schult incorona il suo successore

Parlando all’agenzia Agi, l’ex lanciatore tedesco Schult racconta di aver avuto “quasi 38 anni per prepararmi a questo momento, al giorno del miglioramento del mio record e ora è avvenuto. L’avevo detto che Kristjan Ceh o Mykolas Alekna avrebbero potuto battere la mia misura e così è stato”. Quanto al suo giovane successore come primatista del mondo, del discobolo lituano dice di averlo visto “alcune volte ma non lo conosco, a differenza del padre Virgilijus col quale ho gareggiato, un uomo simpatico, un vero sportivo che era arrivato a venti centimetri dal primo record”.

di: Redazione - 15 Aprile 2024

Condividi l'articolo