Per il Tg La7

Sondaggi politici elettorali: niente sorpasso di Forza Italia sulla Lega, l’ultima indagine Swg su partiti e leader

Rilevazione in controtendenza rispetto a quelle delle ultime settimane. Scivolano sia il Partito Democratico che il Movimento 5 Stelle dopo le inchieste e le rotture sulle candidature alle amministrative

News - di Redazione Web - 9 Aprile 2024

CONDIVIDI

Collage di foto da LAPRESSE con (da sinistra) Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Elly Schlein
Collage di foto da LAPRESSE con (da sinistra) Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Elly Schlein

È in controtendenza l’ultimo sondaggio SWG per il TgLa7 di Enrico Mentana diffuso durante l’edizione serale di lunedì 8 aprile: secondo l’indagine il clamoroso sorpasso di Forza Italia ai danni della Lega, che cambierebbe le gerarchie all’interno della maggioranza di centrodestra, annunciato da altri sondaggi non si sarebbe verificato. Le inchieste emerse nelle ultime settimane non fanno bene al cosiddetto Campo Largo. Ancora meno bene fanno le tensioni e le rotture sulle scelte dei candidati e le alleanze alle amministrative. Nessuna sorpresa nel gradimento dei leader. Le variazioni sono state calcolate rispetto al 2 aprile scorso.

Gli orientamenti di voto per i partiti

Fratelli d’Italia cresce dello 0,2% fino al 26,9%, saldo in vetta, imprendibile il partito della premier Meloni per il Partito Democratico di Elly Schlein, staccato al 19,8% e anche in perdita. Come in perdita è anche il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte, al 15,6%. La Lega del segretario e vice primo ministro Matteo Salvini è all’8,8%, a un punto percentuale di distanza da Forza Italia, del neo segretario e vice primo ministro Antonio Tajani, al 7,8%, dato tuttavia in crescita esponenziale e più pronunciata nelle altre indagini.

Sostanziale prima flessione per la lista Stati Uniti d’Europa formata da Italia Viva e +Europa con altre formazioni, al 5,3%. Anche Azione di Carlo Calenda è in calo, riesce a raggiungere appena il 4%. L’alleanza Verdi e Sinistra scivola al 3,9%. La lista Pace Terra Dignità di Michele Santoro è all’1,6%. Libertà all’1,5%. Democrazia Sovrana e Popolare all’1,4%. Noi Moderati all’1%. La generica voce “Altre Liste” raccoglie il 2,4%. Non si esprime il 39% degli intervistati, un dato in crescita del 2%, a conferma degli alti tassi di astensione a ogni tornata elettorale.

 

Il gradimento per i leader

L’indagine sugli orientamenti di voto non stravolte il panorama politico. I partiti sono attesi alle elezioni europee del prossimo giugno, quando si voterà con sistema proporzionale e soglia di sbarramento al 4%. Un banco di prova per tutti i leader. Stabile nella graduatoria di gradimento la premier Meloni, in vetta al 36%. A seguire Conte al 30, Tajani al 29, Schlein al 26, Salvini al 21, Fratoianni al 19, Bonelli al 18, Calenda al 17, Renzi al 12.

 

9 Aprile 2024

Condividi l'articolo