L'infezione

Come si trasmette la Dengue: sintomi iniziali, mortalità, cura e il vaccino a Roma della febbre dal Brasile

Il morso dell'Aedes Aegypti e della Aedes Albopictus. Le misure attivate in Italia e l'allerta in Sudamerica. Dalla settimana prossima sarà possibile vaccinarsi a Roma

Salute - di Redazione Web - 15 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Ana Paula Duarte is attended by a nurse at the dengue screening area of the Rodolpho Rocco Municipal Polyclinic in Rio de Janeiro, Brazil, Wednesday, Feb. 7, 2024. (AP Photo/Bruna Prado)
Ana Paula Duarte is attended by a nurse at the dengue screening area of the Rodolpho Rocco Municipal Polyclinic in Rio de Janeiro, Brazil, Wednesday, Feb. 7, 2024. (AP Photo/Bruna Prado)

Anche in Italia si alza la soglia di attenzione sulla Dengue: non si può e non si deve parlare di allarme a differenza invece della preoccupazione che attraversa il Sudamerica e in particolare il Brasile. Il ministero della Salute martedì ha innalzato il livello di attenzione con misure che riguardano soprattutto procedure attive nei porti e negli aeroporti per ridurre la presenza di zanzare. Una circolare ha invitato gli Uffici di Sanità marittima aerea e di frontiera a “vigilare attentamente sulla disinsettazione degli aeromobili” e a “valutare l’opportunità di emettere ordinanze per l’effettuazione di interventi straordinari di sorveglianza delle popolazioni di vettori ed altri infestanti e di disinfestazione”.

Le misure quindi si concentrano soprattutto a ridurre il rischio di eventuali contagi in entrata dall’estero. La situazione è invece preoccupante in Brasile: a inizio settimana sono stati rilevati oltre 521mila contagi e almeno 75 morti causate dalla malattia. Altri 340 decessi sono al vaglio delle autorità sanitarie. A preoccupare sono anche le prossime festività legate al Carnevale. La febbre è stata rintracciata anche in Argentina, Paraguay e Uruguay. Al momento nel subcontinente è estate, circolano dunque più zanzare.

Come si trasmette la Dengue

L’infezione che può portare alla febbre si trasmette tramite il morso delle zanzare, principalmente tramite quello della specie Aedes Aegypti e in misura minore da quella Aedes Albopictus, la cosiddetta zanzara tigre. Le punture quindi trasmettono il virus da un individuo infetto a uno sano. Il contagio quindi non avviene direttamente tra esseri umani anche se l’essere umano è il principale ospite del virus: non sono noti e quindi non sono stati osservati e provati scientificamente casi di infezione diretta.

“La dengue è conosciuta da oltre due secoli – si legge sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità – , ed è particolarmente presente durante e dopo la stagione delle piogge nelle zone tropicali e subtropicali di Africa, Sudest asiatico e Cina, India, Medioriente, America latina e centrale, Australia e diverse zone del Pacifico. Negli ultimi decenni, la diffusione della dengue è aumentata in molte regioni tropicali. Nei paesi dell’emisfero nord, in particolare in Europa, costituisce un pericolo in un’ottica di salute globale, dato che si manifesta soprattutto come malattia di importazione, il cui incremento è dovuto all’aumentata frequenza di spostamenti di merci e di persone”.

Cos’è la Dengue

La dengue è causata da almeno quattro virus simili: Den-1, Den-2, Den-3 e Den-4. Le verifiche su un quinto sono in corso. L’infezione causa sintomi come febbre anche alta, mal di testa, dolori muscolari e intorno agli occhi, nausea e vomito, sfoghi cutanei. Può causare una febbre emorragica interna con shock circolatorio che può anche portare alla morte. Dalla settimana prossima allo Spallanzani di Roma sarà possibile ricorrere al vaccino approvato lo scorso settembre dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stimato tra le 100mila e le 400mila infezioni all’anno. Alcuni esperti hanno sollevato la preoccupazione secondo cui la malattia possa diventare un problema globale anche a causa dell’aumento delle temperature dovuto al surriscaldamento globale. La zanzara Aedes Aegypti è chiamata anche “zanzara della febbre gialla” ed è anche la causa della trasmissione della malattia Zika, della Chikungunya e della febbre gialla, la zanzara Aedes Albopictus è conosciuta come zanzara tigre.

15 Febbraio 2024

Condividi l'articolo