Il 'matrimonio' con Giorgia

In Europa con Meloni, Orban ha deciso: Fidesz farà parte del gruppo dei Conservatori, l’Erc

Continua il feeling tra la Presidente del Consiglio e il premier ungherese: la mediazione per i fondi a favore dell'Ucraina e la questione dei diritti umani. Nel mezzo il caso Salis

Esteri - di Redazione Web - 2 Febbraio 2024 alle 12:09 AGGIORNATO IL 2 Febbraio 2024 alle 12:51

viktor orban nei conservatori europei erc

Tra il primo ministro ungherese Viktor Orban e la premier Giorgia Meloni c’è una vecchia intesa, che molto probabilmente porterà all’ingresso di Fidesz, il partito personale del leader di Budapest, nella famiglia dei Conservatori europei, Ecr, il gruppo guidato da Meloni. “L’idea – spiega Orban La Stampaera di entrare già prima delle elezioni, ma a questo punto lo faremo dopo il voto. Comunque la risposta è si, siamo pronti ed entreremo nei Conservatori“.

Il leader ungherese ora è al centro di una bufera che imbarazza proprio la premier italiana per le condizioni di detenzione poco dignitose a cui il sistema giudiziario del suo Paese riduce una manifestante italiana: “Non posso influenzare la magistratura in nessun modo. Come sapete il potere giudiziario è totalmente indipendente dal governo. L’unica cosa che posso fare – conclude – è esercitare un’influenza affinchè abbia un equo trattamento, e lo prometto. Verranno garantiti tutti i suoi diritti“.

Sulla questione dei gruppi europei proprio ieri la Meloni ha dichiarato ai giornalisti che se ne sarebbe parlato dopo il voto. La premier però non ha smentito che il discorso tra lei e il collega magiaro fosse stato affrontato. Tuttavia, il portavoce di Ecr, Michael Strauss ha dichiarato che Fidesz non ha avanzato nessuna richiesta formale per entrare nel gruppo dei Conservatori e riformisti europei.

Non so di cosa abbiano discusso tra loro Meloni e Orban nel corso del vertice europeo di ieri – ha affermato FideszPer quanto ne so, Orban ha detto che ci saranno negoziati dopo le elezioni ed è anche ciò che ha detto l’ex primo ministro polacco Mateusz Morawiecki quando è stato qui mercoledì. Per noi il processo è sempre lo stesso: ci sarà prima la richiesta, poi una discussione all’interno del gruppo e poi l’adozione da parte del gruppo. Naturalmente, tutti devono attenersi alla nostra procedura“, ha concluso il portavoce di Ecr.

2 Febbraio 2024

Condividi l'articolo