In provincia di Venezia

Cinto Caomaggiore: lancia la figlia dal terrazzo e tenta il suicidio

I fatti sono accaduti a Cinto Caomaggiore. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri coordinati dalla locale procura. L'uomo è separato e secondo alcuni testimoni avrebbe pronunciato frasi sconnesse

Cronaca - di Redazione Web - 5 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Cinto Caomaggiore: lancia la figlia dal terrazzo e tenta il suicidio

Un uomo ha gettato la propria figlia di cinque anni dal terrazzo al primo piano di un’abitazione a Cinto Caomaggiore (in provincia di Venezia), nel Veneto orientale, poi si è buttato a sua volta cercando di suicidarsi. Era separato dalla moglie e aveva in affido la bimba durante le vacanze natalizie. La piccola è rimasta cosciente, ma è stata trasportata d’urgenza in elicottero all’ospedale di Treviso per un trauma cranico. Il padre è rimasto illeso ed è stato arrestato per tentato omicidio.

Non è stato adottato ancora alcun provvedimento perché siamo in attesa di capire dall’ospedale le condizioni psicofisiche dell’autore di questo gesto“. Lo ha detto, all’Ansa, il procuratore facente funzioni di Pordenone, Maria Grazia Zaina. Quest’ultima ha poi continuato: “Qualsiasi altra illazione al momento è prematura. Sono situazioni delicatissime, che coinvolgono, come vittima, anche una minore in giovanissima età. Sino a che non saranno chiariti i contorni e, soprattutto, la situazione mentale dell’autore dell’azione non sarà definita dagli specialisti cui è stato affidato, questo ufficio non fornirà alcun dettaglio, tantomeno le generalità e ogni altro elemento che possa contribuire a identificare i protagonisti“.

Intanto, i carabinieri della Compagnia di Portogruaro (sempre nel Veneziano), hanno raccolto alcune testimonianze da parte di chi ha assistito alla scena: “Quando ci siamo affacciati, dopo aver udito dei tonfi fragorosi, l’uomo camminava nel giardino e pronunciava frasi sconnesse: non sembrava essere presente a se stesso, ma non pareva nemmeno ferito dopo la caduta“. Lo hanno riferito ai militari i vicini di casa dell’uomo. Secondo quanto riportato dall’Ansa, le condizioni della bambina sono in progressivo miglioramento e non sarebbe in pericolo di vita.

5 Gennaio 2024

Condividi l'articolo