L'estate rovente greca

Grecia in fiamme, dopo Rodi incendi anche a Corfù: per il premier Mitsotakis “Paese è in guerra”

Esteri - di Redazione - 24 Luglio 2023

CONDIVIDI

Grecia in fiamme, dopo Rodi incendi anche a Corfù: per il premier Mitsotakis “Paese è in guerra”

Dopo Rodi tocca a Corfù. La Grecia fa i conti con una estate rovente e con i roghi: i vigili del fuoco del paese ellenico stanno lottando da giorni per contrastare 82 incendi sparsi in tutto il territorio nazionale, con la situazione più grave sull’isola di Rodi.

Qui gli incendi hanno costretto alla fuga 19mila persone tra turisti e residenti, ma la situazione sta precipitando anche sulle isole di Evia e Corfù, dove sono stati evacuati nella notte 17 villaggi, oltre 2500 persone, e la Guardia costiera ha portato in salvo 59 persone che si trovavano sulla spiaggia di Nissaki.

L’incendio boschivo nel nord di Corfù ha portato all'”evacuazione preventiva di 2.466 persone” questa notte, ha spiegato Yannis Artopios, portavoce dei vigili del fuoco, sottolineando che finora le fiamme non hanno provocato danni a case o strutture alberghiere.

L’incendio che sta colpendo Corfù, isola greca nel mar Jonio, è scoppiato nel pomeriggio di domenica con diversi focolai nella zona di Perithia a nord di Corfù. Per motivi di sicurezza, residenti e turisti sono stati allontanati dalle aree vicine al fronte dell’incendio e trasferiti allo stadio Agios Markos e al Teatro Municipale di Corfù, riferisce il sito di Kathimerini.

Il sindaco di Corfù ha definito quello scoppiato sull’isola “un incendio doloso“. Così si è infatti espresso il primo cittadino Giorgos Mahimaris parlando all’agenzia di stampa statale Apa-Mpa delle fiamme divampate sul Monte Pantokratoras. Due elicotteri e due aerei dei vigili del fuoco stanno lavorando per spegnere l’incendio, ha aggiunto Mahimaris. Il vicegovernatore della Grecia centrale Giorgos Kelaiditis, che si trovava vicino a uno dei villaggi, ha dichiarato alla Ana-Mpa che la situazione è difficile. “Il fuoco può essere a 2 km di distanza, ma il vento è forte, il fumo denso e l’aria è difficile da respirare“, ha detto.

 La Grecia è “in guerra” contro gli incendi, ha invece il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis. Nel corso di un intervento in Parlamento, Mitsotakis ha spiegato che il Paese deve aspettarsi “altri tre giorni difficili“.

(in aggiornamento)

di: Redazione - 24 Luglio 2023

Condividi l'articolo