La manifestazione Lgbtqia+

Cosa è il Pride: manifestazione di tutti quelli che vogliono un Paese sempre più accogliente, laico e giusto

Da anni ormai il Pride non è solo della comunità lgbtqia+ ma è di tutti e tutte coloro si riconoscono nella voglia di vivere in un Paese sempre più accogliente, laico e giusto.

Editoriali - di Marilena Grassadonia - 10 Giugno 2023 alle 11:30

Condividi l'articolo

Cosa è il Pride: manifestazione di tutti quelli che vogliono un Paese sempre più accogliente, laico e giusto

Il Pride è da sempre un appuntamento importante per la comunità lgbtqia+. Un momento di rivendicazione politica, di liberazione. A giugno le strade delle nostre città vengono inondate da una marea di persone che si ritrova insieme con gioia e orgoglio per rivendicare rispetto e il riconoscimento di pieni diritti. Ma da anni ormai il Pride non è solo della comunità lgbtqia+ ma è di tutti e tutte coloro si riconoscono nella voglia di vivere in un Paese sempre più accogliente, laico e giusto.

La marea che inonderà oggi le strade di Roma attraverserà come sempre generazioni e soggettività, racconterà storie ed esperienze, testimonierà esperienze di spazi sociali e politici. Ancora una volta il Roma Pride parlerà il linguaggio dell’intersezionalità delle lotte, dell’educazione alle differenze che sia veicolo per abbattimento di stereotipi di genere e discriminazioni. Il tema dei diritti civili sta attraversando oggi il dibattito politico portandosi dietro polarizzazioni e forti contrapposizioni.

Da una parte c’è chi fa propaganda, provando a imporre una propria ideologia su una realtà sociale che evidentemente è in continua evoluzione, dall’altra c’è invece chi fa dell’ascolto e della conoscenza della realtà le basi su cui portare avanti una azione politica collettiva che parla di rispetto e uguaglianza. Non restare indifferente di fronte al rischio di perdere diritti e di non poterne avere riconosciuti di nuovi. Non restare indifferente davanti al vento reazionario che soffia da più parti.

Non è tempo di timidezze, è tempo di metterci la faccia. Di scendere in piazza con i nostri corpi, con le nostre storie, i nostri sogni. Occupare lo spazio della nostra città per dire che le vite di tutti sono da rispettare. Non è il tempo per restare a casa, anche tu puoi fare la tua parte.
Uguaglianza, rispetto e laicità. Oggi è Roma Pride, oggi è QueerResistenza. Ti aspettiamo!

*Attivista lgbt+
Responsabile diritti e libertà nella segreteria nazionale di Sinistra italiana. Coordinatrice ufficio diritti LGBT+ di Roma Capitale

10 Giugno 2023

Condividi l'articolo