Rinvenuti in posti diversi

Duplice omicidio a Sant’Antimo, trovati morti due cognati uccisi a colpi di pistola: la tragedia nella città di Giulia Tramontano

Cronaca - di Carmine Di Niro - 8 Giugno 2023

CONDIVIDI

FOTO DI REPERTORIO
FOTO DI REPERTORIO

Lui trovato morto in strada, lei in un appartamento. Uccisi entrambi con un’arma da fuoco. È il duplice omicidio di Luigi Cammisa, 29 anni, e della 24enne Maria Brigida Pesacane: i due, cognati, sono stati rinvenuti senza vita all’alba di oggi, giovedì 6 giugno, a Sant’Antimo, nell’hinterland a nord di Napoli.

Una città già sconvolta dal femminicidio di Giulia Tramontano, la 29enne assassinata a Senago (Milano) dal fidanzato dal quale aspettava un bambino.

Proprio questa sera era attesa una fiaccolata in ricordo di Giulia, una manifestazione che partirà dalla Villa Comunale Del Rio, scenderà lungo via Roma e terminerà in Piazza della Repubblica, ma la città è stata nuovamente colpita dalla tragedia.

Il corpo di Cammisa è stato rinvenuto questa mattina dai carabinieri della compagnia di Giugliano in piazzetta Sant’Antonio, dove sono intervenuti per la segnalazione di colpi d’arma da fuoco: il 29enne, stando ai primi accertamenti compiuti sul posto, è stato raggiunto da diversi colpi d’arma da fuoco.

Negli stessi momenti i carabinieri intervenivano anche in un appartamento di via Caruso 17: all’interno i militari hanno rinvenuto il cadavere di Maria Brigida Pesacane, 24 anni, a sua volta colpita da alcuni colpi d’arma da fuoco.

Sul posto per dirigere le indagini il sostituto procuratore Alberto Della Valle, della procura della repubblica di Napoli Nord: sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Giugliano e del nucleo investigativo di Castello di Cisterna, che al momento non escludono alcuna pista.

L’ipotesi più battuta è quella della pista familiare: il principale sospettato è infatti il suocero Raffaele C., 44 anni, attualmente ricercato dalle forze dell’ordine. A Sant’Antimo e dintorni è iniziata una “caccia all’uomo”, anche con l’utilizzo di un elicottero per setacciare meglio il territorio.

8 Giugno 2023

Condividi l'articolo