La pioggia continua a cadere

Maltempo in Emilia Romagna, due neonate salvate insieme ai genitori: “Aiuto, l’acqua sta salendo”

Cronaca - di Redazione Web - 17 Maggio 2023 alle 11:59

Condividi l'articolo

Maltempo in Emilia Romagna, due neonate salvate insieme ai genitori: “Aiuto, l’acqua sta salendo”

La pioggia continua a cadere in grande abbondanza sull’Emilia Romagna e sulle Marche da martedì e sembra non cedere a una tregua. Per molti cittadini sono ore drammatiche: secondo alcuni giornali locali sono già cinque i morti, nella zona di Forlì-Cesena e a Cesenatico. Altri 5 risultano dispersi e sono migliaia le persone evacuate. Ma le informazioni restano frammentarie. Si spera che il bilancio non peggiori. Nella notte si sono susseguite le esondazioni. Critica la situazione a Bologna con il torrente sotterraneo Ravone esondato e che ha allagato una delle strade principali bloccando la viabilità in città. Disastrosa la situazione delle linee ferroviarie, ridotte corse e alta velocità rallentata, Intercity e regionali che percorrono le linee AV e convenzionale fra Firenze e Bologna. La circolazione resta sospesa inoltre sulle linee Bologna – Rimini, Bologna – Ravenna , Ferrara – Ravenna – Rimini, Faenza – Ravenna, Faenza – Borgo San Lorenzo e Bologna – Porretta.

In questo contesto disastroso la storia a lieto fine delle due neonate bloccate con la famiglia nella casa allagata a Castrocaro Terme, in provincia di Forlì, sono state tratte in salvo dai Vigili del Fuoco insieme ai genitori. A salvare le due bimbe, mamma e papà, è stato l’equipaggio dell’elicottero Drago150 di Bologna. “Ora sono entrambe al sicuro e sorridenti” twittano i Vigili del Fuoco.

Nella notte sono stati trovati i corpi di un uomo a Forlì e di un altro uomo a Cesena, e nelle prime ore di mercoledì mattina il corpo di una donna sulla spiaggia di Cesenatico. Il corpo di una quarta persona è stato trovato all’interno di un’auto sommersa tra Solarolo e Castel Bolognese, in provincia di Ravenna. Numeriosi fiumi sono esondati, 14 solo in Emilia Romagna, per le forti piogge allagando mote zone. Si susseguono gli appelli dei sindaci a non uscire di casa e salire ai piani superiori degli edifici. Ci sono stati allagamenti anche nel nord delle Marche, al confine con la Romagna: a Pesaro è esondato il torrente Genica e c’è grossa preoccupazione per una possibile esondazione del fiume Misa a Senigallia, in piena da martedì.

Mercoledì continua a persistere l’allerta rossa della protezione Civile. “La realtà ha superato le peggiori previsioni”, ha detto il presidente della regione Stefano Bonaccini. Anche sui social corrono le richieste di aiuto come a Faenza: “Aiuto, siamo a due gradini poi c’è il balcone, abbiamo due bambini”, scrive un utente. O ancora “via Pantoli 29, l’acqua sta salendo velocemente arrivando all’ultimo piano”, dice un altro, come riportato da Open. Le previsioni non sembrano essere rincuoranti. Fino alle 12 previsti 60 millimetri di acqua. Molte persone cercano aiuto sui tetti e sono in corso i soccorsi. In molte zone di Faenza non c’è la corrente elettrica e le linee telefoniche sono intasate. La città è per buona parte al buio e sommersa dall’acqua. Attualmente anche le linee internet di rete mobile hanno difficoltà non solo a Faenza ma in tutta la Romagna. In alcune strade l’acqua ha ormai superato i primi piani delle case. I soccorsi arrivano anche con gli elicotteri.

17 Maggio 2023

Condividi l'articolo