L'attacco a Nuseirat

Israele bombarda scuola dell’Unrwa a Gaza, strage di donne e bambini: usata come rifugio, per l’IDF ospitava terroristi

Esteri - di Carmine Di Niro - 7 Luglio 2024 alle 10:32

Condividi l'articolo

Israele bombarda scuola dell’Unrwa a Gaza, strage di donne e bambini: usata come rifugio, per l’IDF ospitava terroristi

È drammatico il bilancio dell’ennesimo raid aereo israeliano su una scuola gestita dall’Unrwa, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, nella Striscia di Gaza.

Ad essere colpita, nella giornata di sabato, è stata la scuola Al-Jaouni nel campo profughi di Nuseirat, nel centro della Striscia, che da tempo era utilizzata come rifugio da centinaia di sfollati costretti dall’esercito israeliano ad abbandonare Rafah, la città al confine con l’Egitto dove l’IDF ha condotto lunghe operazioni militari contro Hamas.

Nell’attacco, come riferito dal Ministero della Sanità della Striscia, almeno 16 persone sono morte e 75 sono rimaste ferite: secondo una testimone che ha parlato con l’agenzia di stampa AFP alcune delle persone morte sarebbero bambini e donne. Hamas ha infatti parlato di “massacro atroce contro gli sfollati”, chiedendo di “condannare questi crimini e massacri contro civili” e ha “chiesto a tutti i Paesi del mondo di fare altrettanto”.

Le versioni di Israele e Hamas

Israele da pare sua si è difesa affermando che la struttura dall’Unrwa nel campo profughi di Nuseirat era utilizzata dagli agenti di Hamas come centro di comando.

Prima di colpire la scuola Al-Jaouni, le Forze di difesa israeliane spiegano di aver adottato “molte misure” per ridurre al minimo i danni ai civili. Secondo l’esercito, gli edifici all’interno del complesso scolastico venivano utilizzati dagli agenti di Hamas come “nascondiglio e come infrastruttura operativa attiva, da cui venivano pianificate e realizzate operazioni terroristiche contro le nostre forze operative nella Striscia di Gaza”. Secondo Israele al momento dell’attacco erano presenti diversi agenti del gruppo palestinese.

Di contro Hamas ha fermamente negato che nella struttura fossero presenti suoi combattenti. “L’affermazione dell’esercito di occupazione sulla presenza di membri della resistenza nella scuola dell’Unrwa al-Jaouni è una bugia“, ha dichiarato un portavoce del gruppo radicale palestinese. “L’occupazione sta cercando, attraverso queste accuse, di far passare e pubblicizzare i suoi crimini all’opinione pubblica e di nascondere il suo chiaro obiettivo che è sterminare la nostra gente“, ha denunciato Hamas.

I bombardamenti contro le scuole di Gaza

Poco più di un mese fa un’altra scuola dell’Urnwa di Nuseirat era stata colpita da un attacco israeliano, che aveva ucciso 40 persone. Secondo il Ministero dell’Istruzione di Gaza, dall’8 ottobre ad oggi circa 280 scuole governative e 65 gestite dall’Agenzia Onu sono state distrutte o danneggiate dai bombardamenti.

7 Luglio 2024

Condividi l'articolo