La guerra in Ucraina

Perché Orban è andato a Kiev, il premier ungherese incontra Zelensky per “accelerare sulla pace”

Il premier ungherese ha reclamato un’accelerazione nei negoziati di pace. Mosca fredda: “Viktor fa solo il suo lavoro”

Esteri - di Umberto De Giovannangeli - 3 Luglio 2024 alle 16:30

Condividi l'articolo

Perché Orban è andato a Kiev, il premier ungherese incontra Zelensky per “accelerare sulla pace”

Il “patriota di Budapest” in missione a Kiev veste i panni a lui inusuali: quello di paciere. Il premier ungherese e presidente di turno dell’Ue, Viktor Orban, in visita a Kiev, ha detto a Volodymyr Zelensky di reclamare «un cessate il fuoco immediato» per «accelerare i negoziati di pace». Zelensky ha risposto che l’Ucraina, massacrata dalla guerra, ha bisogno di «una pace giusta». Oggi il primo ministro Viktor Orbán ed io abbiamo discusso delle questioni fondamentali delle nostre relazioni di vicinato: commercio, cooperazione transfrontaliera, infrastrutture ed energia.

“Abbiamo parlato anche della sfera umanitaria, di tutto ciò che influisce sulla vita della nostra gente sia in Ucraina che in Ungheria”. Lo scrive sul social X il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, commentando la visita del capo del governo ungherese a Kiev. “Il contenuto del nostro dialogo odierno su tutti questi temi può costituire la base per un nuovo documento bilaterale tra i nostri Paesi che regolerà tutte le nostre relazioni, si baserà su un approccio reciproco alle relazioni bilaterali tra Ucraina e Ungheria e consentirà ai nostri popoli di godere tutti i vantaggi dell’unità dell’Europa”, ha aggiunto Zelensky. I piani del viaggio, ha rivelato il Guardian, sarebbero stati messi a punto dopo lunghe trattative sulla questione dei diritti per la minoranza ucraina di lingua ungherese, che vive nell’estremo ovest dell’Ucraina, vicino al confine tra i due paesi. «La precondizione per l’incontro era che la questione dei diritti di nazionalità fosse risolta.  Nelle ultime settimane è stato raggiunto un accordo. Potranno annunciarlo come un successo», ha detto una fonte a Budapest a conoscenza della preparazione della visita.

La questione dei diritti di nazionalità è stata una delle lamentele più accese di Budapest nei confronti dell’Ucraina. L’Ungheria ha ripetutamente messo in dubbio la necessità di sostenere militarmente l’Ucraina, e ha invece chiesto un cessate il fuoco. Dopo aver vinto le elezioni parlamentari nel 2022, Orban ha incluso tra l’altro Zelensky in una lista di “oppositori” che avrebbero cospirato contro di lui e sostenuto l’opposizione. La Russianon ha alcuna aspettativa” in merito alla visita in corso a Kiev del primo ministro ungherese Viktor Orbán. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. “È chiaro che l’Ungheria, che ha assunto la presidenza della Ue, deve svolgere le sue funzioni”, ha aggiunto il portavoce, citato dall’agenzia Ria Novosti. Peskov ha detto che Orbán non ha avuto colloqui con la Russia prima della visita.

La Nato invierà un suo alto rappresentante a Kiev per coordinare gli aiuti a lungo termine per l’Ucraina anche in vista di una possibile elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti. È quanto scrive il Wall Street Journal citando in esclusiva funzionari della Nato e dell’Amministrazione Usa. La decisione finale verrà presa durante il vertice dell’Alleanza Atlantica che si terrà il mese prossimo a Washington, aggiungono le fonti. La Nato sta inoltre istituendo un nuovo comando a Wiesbaden, in Germania, per coordinare la fornitura di equipaggiamento militare a Kiev e l’addestramento delle truppe ucraine. L’operazione, che si chiamerà Nato Security Assistance and Training for Ukraine, sarà gestita da circa 700 membri del personale statunitense e di altri alleati provenienti dall’Alleanza di 32 Paesi. Sul terreno, le truppe di Mosca continuano ad avanzare nell’est dell’Ucraina, che reagisce con una pioggia di decine di droni kamikaze sulle regioni frontaliere russe, alcuni dei quali provocano anche vittime civili.

3 Luglio 2024

Condividi l'articolo