Allarme

Sniffy, la polvere bianca energizzante che si tira: quanto costa e quali sono gli effetti

La polvere bianca, energizzante, che si sniffa, venduta in tabaccheria con una cannuccia. Il ministro: "È spazzatura". Le denunce delle associazioni

Curiosità - di Redazione Web - 20 Giugno 2024 alle 17:35

Condividi l'articolo

FOTO DA sniffyenergy.com
FOTO DA sniffyenergy.com

Fa già specie la risposta che si legge a una delle domande sul sito ufficiale: Sniffy è legale, sì, “assolutamente legale”, anche se è una polvere ed è bianca e si sniffa, “anche se si tratta di una polvere bianca che si inala dal naso, non bisogna confondere le due cose”. No, non vanno confuse, e non sono la stessa cosa le due cose. E però ci sarà un motivo se c’è un certo allarme in Francia, dove si trova anche nelle tabaccherie. E da dove si sta diffondendo anche in Austria, Germania e Svizzera. E dove, ovunque, la somiglianza a “droghe celebri” appare evidente. E presumibilmente cercato.

Sniffy è una polvere bianca, aromatizzata da estratti alla frutta, piante, verdura e altre fonti organiche. È un energizzante con proprietà eccitanti. “È ideale per rimanere svegli e concentrati. Può essere utilizzato in un’ampia gamma di situazioni, sia durante l’esercizio fisico, lo studio, gli esami o anche le attività notturne. I suoi numerosi benefici lo rendono un alleato prezioso nella vita quotidiana”. La dose giornaliera consigliata non deve superare i due grammi. L’effetto dura tra i 20 e i 30 minuti. In tantissimi stanno cercando il prodotto anche in Italia, alcuni media hanno scritto di “boom”.

Cos’è Sniffy

Il marchio è stato registrato circa un anno fa, a produrlo un’azienda di Marsiglia. È un prodotto disponibile online, si vende a 14,20 euro al grammo ed è riservata ai maggiorenni. Contiene un mix di L-Arginina, caffeina, Creatina, L-Citrullina, taurina, beta alanina, maltodestina. “90% di prodotti naturali accuratamente selezionati”. Online non sono comunque disponibili i dati sulle concentrazioni di ogni sostanza nel prodotto. Si sniffa dal naso. E questo è il dark side della situazione: il prodotto è anche venduto con una mini cannuccia. E non è ancora tutto: sul sito compare addirittura una grafica con una 50 euro arrotolata – invece della cannuccia – per sniffare il prodotto. E l’associazione viene spontanea: da qui appare anche cercata. Nello store del sito appare anche il “kit neve”, con tanto di specchio, lametta, tubi di metallo, cucchiai/coppette e barattoli con tappo a vite. Perciò è scattato l’allarme sul prodotto.

L’allarme Sniffy

La Confederazione dei tabaccai ha chiesto il divieto alla vendita del prodotto. Molti esercenti si stanno rifiutando di vendere il prodotto che continua a essere venduto soprattutto online. Il ministro della Salute, Frédéric Valletoux, ha detto di essere pronto a vietarla il prima possibile. L’ha definita “spazzatura. È una corsa continua tra i quasi venditori di morte, la legge deve sempre correre dietro a chi ha sempre simpatiche idee per i nostri giovani …”, ha detto il ministro. Il ministero ha presentato una proposta alla Commissione Europea per sospendere la messa in commercio.

È fatto apposta per dare la sensazione di consumare cocaina e di provarne gli effetti, anche se non lo è”, ha dichiarato a Le Monde Amine Benyamina, presidente della Federazione francese delle tossicodipendenze. L’azienda, da parte sua, consiglia di cominciare a piccole dosi e di aumentare gradualmente, senza mai superare la dose giornaliera consigliata, di sentire il parere di un operatore sanitario prima dell’uso, di evitare interazioni con alcolici e farmaci e di non assumere il prodotto a fine giornata, per scongiurare disturbi del sonno. La stessa mette in guardia da irritazione o infiammazione della mucosa nasale e precisa che la polvere si potrebbe anche mangiare.

20 Giugno 2024

Condividi l'articolo