La reazione

La Corea del Nord lancia spazzatura in Corea del Sud con dei palloncini: la risposta di Kim ai volantini di Seul

Tensioni tra i due paesi anche rispetto al lancio satellitare fallito di Pyongyang. Per il Leader Supremo e dittatore, è avvenuto a causa del dispiegamento degli F-16 nemici

Esteri - di Redazione Web - 29 Maggio 2024

CONDIVIDI

La Corea del Nord lancia spazzatura in Corea del Sud con dei palloncini: la risposta di Kim ai volantini di Seul

La Corea del Nord ha inviato oltre 150 palloncini aerostatici carichi di spazzatura attraverso il confine intercoreano, nell’ambito della “promessa” di “un’azione colpo su colpo” contro i volantini anti-Pyongyang lanciati periodicamente dagli attivisti del Sud nel territorio dello Stato eremita. Martedì notte, hanno riferito i militari di Seul, i palloncini hanno attraversato il confine per cadere in varie località del Paese, fino a raggiungere la provincia di South Gyeongsang, e disperdendo rifiuti durante la caduta tra bottiglie di plastica, batterie, pezzi di scarpe e persino letame, ha riferito un funzionario, nel resoconto della Yonhap. Il materiale è stato raccolto dai militari per un’analisi dettagliata.

Dai volantini al letame

Questi atti della Corea del Nord violano chiaramente il diritto internazionale e minacciano seriamente la sicurezza del nostro popolo – ha commentato il Comando di stato maggiore congiunto -. Avvertiamo con forza il Nord perché fermi immediatamente tali atti disumani e volgari“. Il leader nordcoreano Kim Jong-un, intanto, aveva promesso azioni “estremamente severe” dopo la dimostrazione di forza “molto pericolosa” tenuta dalla Corea del Sud in risposta al tentativo fallito di lancio da parte di Pyongyang di un satellite spia militare. In visita martedì all’Accademia delle Scienze della Difesa per celebrare i suoi 60 anni dalla fondazione, Kim ha rivendicato il possesso di un satellite spia come una scelta “inevitabile” per proteggere la sovranità dello Stato eremita.

Alta tensione tra Corea del Nord e Corea del Sud

Allo stesso tempo, ha riferito l’agenzia ufficiale Kcna, Kim ha denunciato la dimostrazione di forza dell’esercito della Corea del Sud che ha organizzato lunedì un’esercitazione aerea che ha coinvolto circa 20 jet da combattimento vicino al confine con il Nord, poche ore dopo che Pyongyang aveva informato il Giappone di un piano per lanciare un satellite entro il 4 giugno. L’esercito sudcoreanoha minacciato il nostro esercizio della sovranità con le armi: una provocazione molto pericolosa che non può essere ignorata e un gioco con il fuoco di fronte al quale non possiamo fare a meno di essere furiosi“, ha tuonato Kim. Che ha promesso di intraprendere “azioni assolute e assolutamente severe” contro la decisione avventata del Sud.

Il satellite spia militare

Lunedì notte il Nord ha lanciato un nuovo razzo che trasportava un satellite spia, chiamato Malligyong-1, esploso durante la prima fase del volo, poco dopo il decollo. Lo scorso novembre, Pyongyang ha messo in orbita con successo il suo primo satellite spia militare dopo due tentativi falliti, rispettivamente, a maggio e ad agosto.

29 Maggio 2024

Condividi l'articolo