I test

Corea, alta tensione dopo i nuovi missili di Kim Jong-Un nel Mar Giallo: “Prepariamoci alla guerra”

I missili da crociera rilevati dalla Corea del Sud. USA, Seul e Giappone hanno ampliato le loro esercitazioni militari congiunte, il leader di Pyongyang le descrive come prove di invasione

Esteri - di Redazione Web - 2 Febbraio 2024

CONDIVIDI

This undated photo provided on Feb. 2, 2024, by the North Korean government, North Korean leader Kim Jong Un, center, visits a shipyard in Nampho, North Korea. Independent journalists were not given access to cover the event depicted in this image distributed by the North Korean government. The content of this image is as provided and cannot be independently verified. Korean language watermark on image as provided by source reads: “KCNA” which is the abbreviation for Korean Central News Agency. (Korean Central News Agency/Korea News Service via AP) Associated Press/LaPresse Only Italy and Spain
This undated photo provided on Feb. 2, 2024, by the North Korean government, North Korean leader Kim Jong Un, center, visits a shipyard in Nampho, North Korea. Independent journalists were not given access to cover the event depicted in this image distributed by the North Korean government. The content of this image is as provided and cannot be independently verified. Korean language watermark on image as provided by source reads: “KCNA” which is the abbreviation for Korean Central News Agency. (Korean Central News Agency/Korea News Service via AP) Associated Press/LaPresse Only Italy and Spain

Altro round di test missilistici, il quarto nel 2024, dopo che Kim Jong-Un ha chiesto ai militari di intensificare i preparativi di guerra. Si alza di nuovo la tensione nella penisola coreana. Pyongyang ha lanciato diversi missili da crociera verso il Mar Giallo. Le tensioni sula penisola sono aumentate negli ultimi mesi: il leader della Corea del Nord spinge sullo sviluppo di armi e lancia minacce di un conflitto con Stati Uniti e i suoi alleati in Asia.

“I militari hanno rilevato diversi missili non identificati intorno alle 11”, lanciati verso il mare al largo della costa occidentale, hanno detto in un comunicato i capi di stato maggiore congiunti della Corea del Sud. L’esercito sta “monitorando da vicino eventuali segnali di ulteriore attività” da parte dell’esercito nordcoreano, specifica la dichiarazione di Seul, aggiungendo che si sta “analizzando da vicino” la situazione.

Il leader della Corea del Nord Kim Jong-Un si è recato per un’ispezione in un cantiere navale a Nampho, sulla costa occidentale del Paese. Il rafforzamento “si presenta come la questione più importante per difendere in modo affidabile la sovranità marittima del Paese e intensificare i preparativi di guerra”, ha detto Kim secondo quanto ha riferito l’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna.

Il primo lancio dell’anno si era tenuto lo scorso 14 gennaio: un missile balistico a combustibile solido a raggio intermedio. Secondo alcuni analisti i test provano gli sforzi di Pyongyang per sviluppare le tecnologie che possano permettere ai missili di colpire basi militari statunitensi in Giappone e a Guam. In risposta ai test USA, Corea del Sud e Giappone hanno ampliato le loro esercitazioni militari congiunte, che Kim dipinge come prove di invasione.

2 Febbraio 2024

Condividi l'articolo