Ennesima morte sul lavoro

Andi Rexhepi: chi è l’operaio morto sul lavoro nel Bresciano

Aveva 43 anni ed era di origini albanesi. È caduto nel vuoto mentre stava sostituendo la copertura di un capannone

Cronaca - di Redazione Web - 12 Marzo 2024

CONDIVIDI

Andi Rexhepi: chi è l’operaio morto sul lavoro nel Bresciano

Un operaio di origini albanesi di 43 anni è morto questa mattina in un cantiere a Carpenedolo, in provincia di Brescia. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo – che era al lavoro nel cantiere per conto di una ditta esterna – è precipitato nel vuoto ed è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Desenzano e i tecnici dell’Ats di Brescia. “La notizia di un’altra tragica morte sul lavoro, avvenuta stamattina in un cantiere a Carpenedolo in provincia di Brescia, lascia sconcertati. Il governo Meloni sta lavorando per far sì che episodi simili non accadano più”.

Operaio 43enne morto sul lavoro in provincia di Brescia

Lo ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia Gianpietro Maffoni. “A breve entreranno in vigore misure più stringenti sulla sicurezza nei luoghi di lavoro introdotte dal ministro Calderone. Inoltre la Commissione parlamentare d’inchiesta sulle condizioni di lavoro di cui faccio parte sta ascoltando sindacati e aziende per individuare le numerose criticità ed accogliere nuove proposte. Sarà importante porre l’attenzione sulle piccole ditte affidatarie che spesso non rispettano gli standard e non sono sottoposte agli stessi controlli dell’azienda che ha avuto l’appalto. L’obiettivo del governo sarà raggiungere al più presto elevati livelli di sicurezza e scongiurare il protrarsi di tragedie simili”, ha concluso Maffoni.

Chi è Andi Rexhepi l’operaio che ha perso la vita sul lavoro nel Bresciano

La vittima si chiamava Andi Rexhepi. Nato in Albania, secondo quanto riportato da La Repubblica, aveva festeggiato il  suo compleanno una decina di giorni fa. Viveva  in Valcamonica, zona lombarda della provincia di BergamoBrescia, e lavorava per una una ditta di Piamborno. La caduta fatale è stata di circa 10 metri: l’uomo stava aggiustando e sostituendo una copertura danneggiata di un tetto, appartenente a un capannone. All’improvviso gli è mancato un appoggio ed è caduto, finendo sopra alcuni blocchi di marmo. Il terribile impatto si è rivelato mortale.

12 Marzo 2024

Condividi l'articolo