Mattanza di Stato

Francesco Albanese e Gaetano Mastroieni: chi sono i due morti sul lavoro a Foggia e Teramo

Francesco Albanese avrebbe compiuto 24 anni tra qualche giorno. È stato travolto dal materiale accumulato per uno scavo. Gaetano Mastroieni, 66 anni, è stato schiacciato da un tir all'interno di uno stabilimento. I fatti accaduti rispettivamente in provincia di Foggia e Teramo

Cronaca - di Redazione Web - 27 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Francesco Albanese e Gaetano Mastroieni: chi sono i due morti sul lavoro a Foggia e Teramo

Due decessi sul lavoro i un giorno. Un giovane operaio di 23 anni è morto in un incidente sul lavoro avvenuto alla periferia di Stornara nel Foggiano. Stando alle prime notizie l’operaio era impegnato in lavori per la messa in opera di un impianto di irrigazione quando sarebbe stato travolto e schiacciato dal materiale accumulato sul bordo dello scavo. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri che stanno facendo verifiche per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. La vittima si chiamava Francesco Albanese e avrebbe compiuto 24 anni a marzo, tra pochi giorni. L’incidente si è verificato in località Contessa nelle campagne di Stornara. La ricostruzione precisa dell’accaduto è al vaglio dei carabinieri che sono andati sul posto per tutti gli accertamenti del caso.

Chi è Francesco Albanese: morto sul lavoro in provincia di Foggia

A dare l’allarme dopo l’incidente sarebbe stato un altro operaio che era con lui. Quando i soccorsi sono giunti sul posto per il giovane non c’era più nulla da fare. Chi lo ha conosciuto lo descrive come “un ragazzo d’oro che subito dopo il diploma ha iniziato a lavorare“. “Un esempio per tanti giovani della sua età“, ha raccontato un residente del posto. La seconda ‘vittima di Stato‘ è morta schiacciata dalla motrice di un mezzo pesante in manovra all’interno del piazzale interno dello stabilimento Amadori di Mosciano Sant’Angelo, nel Teramano: è accaduto nella tarda serata di ieri.

Chi è Gaetano Mastroieni: morto sul lavoro in provincia di Teramo

La vittima si chiamava Gaetano Mastroieni, aveva 66 anni ed era originario di Cesena. Era dipendente di una ditta esterna che trasporta materie prime e prodotti finiti tra lo stabilimento di Mosciano e la sede romagnola dell’azienda che lavora pollame. L’allarme è scattato subito, da parte dei colleghi di lavoro ma nonostante il tempestivo intervento di operatori sanitari del 118 e vigili del fuoco per l’investito non c’è stato più nulla da fare. Sulle cause sono in corso accertamenti da parte dei militari di Giulianova. Secondo quanto ricostruito linfortunio sul lavoro si sarebbe verificato durante le operazioni di carico e scarico.

Due morti sul lavoro in un giorno

L’autotrasportatore stava attraversando il piazzale per raggiungere il box della pesa dove avrebbe dovuto ritirare dei documenti quando è stato investito dal mezzo pesante in manovra. Sentito dagli investigatori l’autista ha dichiarato di non aver visto il pedone. Le operazioni di rimozione della salma sono andate avanti per tutta la notte perché da parte dei vigili del fuoco è stato necessario l’intervento di una gru che ha sollevato la motrice del camion.

27 Febbraio 2024

Condividi l'articolo