Repressione

Chi è Sergey Sokolov: il direttore di Novaya Gazeta fermato a Mosca

Accusato di screditare l'esercito russo, il giornalista lavora per il giornale 'messo all'indice' dal Cremlino. Il precedente direttore Premio Nobel Dmitry Muratov, si è dimesso per contestare lo stato di 'agente straniero'. Molti redattori sono andati via dalla Russia per fondare la versione europea di Novaya Gazeta. Per lo stesso giornale ha lavorato Anna Politkovskaja

Esteri - di Redazione Web - 29 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Chi è Sergey Sokolov: i direttore di Novaya Gazeta fermato a Mosca

Il direttore di Novaya Gazeta, Sergey Sokolov, è stato fermato a Mosca con l’accusa di “screditare” l’esercito russo. Lo riferisce la stessa testata sul suo sito, aggiungendo che l’arresto di Sokolov sarebbe dovuto al modo in cui si era riferito dell’esercito russo in un articolo di Novaya Gazeta ma che non si conosce l’articolo specifico a cui si riferisce. Non è chiaro dove Sokolov sia detenuto.

Sergey Sokolov: chi è il direttore di Novaya Gazeta

Se riconosciuto colpevole, rischia una multa fino a 50mila rubli (pari a circa 500 euro). Giornalista di grande esperienza, Sokolov è stato vicedirettore di Novaya Gazeta prima di diventare direttore l’anno scorso, dopo la decisione del Nobel per la Pace 2021 Dmitry Muratov di dimettersi mentre contestava il suo status di “agente straniero” in tribunale. Mentre gran parte del personale di Novaya Gazeta ha lasciato la Russia nel marzo 2022 per fondare Novaya Gazeta Europe in Lettonia, Sokolov ha continuato a lavorare per Novaya Gazeta in Russia.

Novaya Gazeta: una storia di libertà, repressione, censura e morte

Il sito web di Novaya Gazeta è stato bloccato in Russia nel novembre 2022 e la sua licenza per i media è stata revocata a febbraio del 2023, riporta ancora la testata sul suo sito. Per lo stesso giornale ha lavorato Anna Politkovskaja uccisa a Mosca nell’ottobre del 2006 dopo i suoi reportage contro lo sterminio perpetrato da Vladimir Putin in Cecenia.

29 Febbraio 2024

Condividi l'articolo