Ma Cecchettin nega tutto

Gino Cecchettin e Daniela Di Maggio verso la politica? Ipotesi candidatura alle Europee con Pd e FdI (ma il padre di Giulia nega)

Politica - di Redazione - 12 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Gino Cecchettin e Daniela Di Maggio
Gino Cecchettin e Daniela Di Maggio

Uniti dal dolore per la morte drammatica dei loro figli e dalla possibilità di un impegno politico. Sono Daniela Di Maggio, mamma di Giovanbattista Cutolo, il giovane musicista 24enne ucciso lo scorso agosto da tre colpi di pistola esplosi da un 16enne a Napoli dopo una lite per un parcheggio, e Gino Cecchettin, il padre di Giulia, la studentessa 22enne uccisa l’11 novembre scorso dall’ex fidanzato Filippo Turetta.

Se la prima ne ha parlato apertamente in più interviste dopo esser stata protagonista di un monologo sul palco del teatro Ariston per il Festival di Sanremo, delle intenzioni di Giulio Cecchettin ne scrive oggi il Fatto Quotidiano.

Gino Cecchettin candidato col Pd?

Per il giornale di Travaglio Gino Cecchettin potrebbe candidarsi il prossimo giugno per le elezioni europee nel Partito Democratico. Una possibilità di cui si parla dallo scorso novembre, ovvero da quando lo stesso Gino Cecchettin aveva detto che la morte di Giulia doveva ispirare a lavorare contro la violenza e che la battaglia femminista della figlia Elena erano diventate le sue.

D’altronde l’attivismo mediatico del padre di Giulia è evidente: si è affidato ad una agenzia letteraria per curare la sua comunicazione e il prossimo 5 marzo è prevista l’uscita del suo libro dedicato alla figlia, “Cara Giulia”, edito da Rizzoli.

Secondo il Fatto Cecchettin potrebbe ottenere una candidatura nella circoscrizione Nord-Est, la stessa in cui dovrebbe candidarsi anche Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna e leader della “minoranza” Dem nel partito. Ma Bonaccini al momento non ha ancora sciolto la riserva: preferirebbe infatti rinunciare per un eventuale terzo mandato alla guida della Regione.

La mamma di Giogiò Cutolo si “offre”

Dall’altra parte dello “Stivale”, nella circoscrizione Sud, potrebbe invece trovare spazio la candidatura di Daniela Di Maggio, la mamma di Giogiò Cutolo.

Dopo esser salita sul palco dell’Ariston per leggere una lettera rivolta al figlio, la donna ha dichiarato all’AdnKronos che “la politica è una cosa complessa” e “nessuno finora mi ha chiesto di candidarmi”. Ma se Fratelli d’Italia le offrisse un posto in lista per le Europee, come da indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, lei non rifiuterebbe: “Se sapessi che, andando in Europa, con il mio impegno potrei riuscire a incidere per cambiare leggi assurde che danneggiano l’agricoltura italiana, il Made in Italy, la sanità, direi di sì a una candidatura. Correrei”.

Gino Cecchettin: “Notizia falsa”

Cecchettin però nega tutto. Attraverso i suoi legali Nicodemo Gentile e Stefano Tigani, il padre di Giulia sottolinea che la notizia diffusa dal Fatto Quotidiano è “priva di fondamento e quindi falsa“. Tale notizia sta generando numerosi commenti diffamatori e inaccettabili – dicono gli avvocati in una nota citata da AdnKronos – Il nostro assistito non può accettare che passi il messaggio, appunto falso, secondo cui lo stesso approfitti della tragedia che ha colpi la propria famiglia per trarne notorietà, utilità o qualche posto di rilievo. Pertanto – concludono – lo stesso valuterà eventuali azioni a tutela della propria persona

di: Redazione - 12 Febbraio 2024

Condividi l'articolo