La nota di "Riscatto Agricolo"

Agricoltori in protesta: salta la manifestazione a Roma, la mobilitazione vuole il palco di Sanremo

Respinta la proposta di far leggere un messaggio ad Amadeus durante il Festival. "Se non potremo salire sul palco dell'Ariston, saremo costretti a concentrare su Sanremo, tutti i trattori dei presidi. Finora abbiamo dimostrato un alto senso di responsabilità"

Ambiente - di Redazione Web - 8 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Foto Cecilia Fabiano/LaPresse 08 Febbraio 2024 Roma, Italia – Cronaca – Protesta dei Trattori Presidio degli agricoltori in attesa sulla via Nomentana alle porte di Roma Nella foto: gli agricoltori nel campo sulla via Nomentana February 8 , 2024 Roma, Italy – Tractor Protest, agricultural tractors near Rome in a camp on Nomentana road In the photo: the farmers
Foto Cecilia Fabiano/LaPresse 08 Febbraio 2024 Roma, Italia – Cronaca – Protesta dei Trattori Presidio degli agricoltori in attesa sulla via Nomentana alle porte di Roma Nella foto: gli agricoltori nel campo sulla via Nomentana February 8 , 2024 Roma, Italy – Tractor Protest, agricultural tractors near Rome in a camp on Nomentana road In the photo: the farmers

La grande manifestazione prevista in Piazza San Giovanni a Roma per domani, venerdì 9 febbraio, è stata annullata da Riscatto Agricolo, uno dei principali gruppi che ha animato le proteste degli agricoltori delle ultime settimane. Il coordinamento ha segnalato all’ANSA che si è pensato di “procedere con la manifestazione in programma, ma di portare solo una delegazione di dieci trattori a San Giovanni, a simbolo della protesta”. Allo stesso tempo l’organizzazione. Gli agricoltori pretendono però di salire sul palco del Festival della Canzone italiana in corso in questi giorni a Sanremo.

“Riscatto Agricolo” è soltanto una delle sigle dietro le quali sono state organizzate alcune delle proteste delle ultime settimane. La mobilitazione è partita da una chat su Whatsapp. La protesta si è nutrita della partecipazione e delle rivendicazioni, spesso locali, di gruppi come “Rivolta Agricola Lombardia”, “La Sicilia alza la voce”, “Uniti si vince” in Abruzzo, “Altragricoltura” in Campania. Il movimento aveva diffuso nei giorni scorsi un documento con le richieste: la revisione completa della politica agricola europea; il mantenimento della detassazione di Irpef e Imu; le agevolazioni per l’acquisto di carburante agricolo; il divieto di importare prodotti da quei paesi dove non sono in vigore regolamenti produttivi come quelli vigenti in Italia.

Le proteste sono partite dalla Germania a gennaio e si sono diffuse in tutta Europa. Hanno intanto conseguito una prima vittoria: la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ieri ha ritirato la proposta di regolamento sui pesticidi. La proposta prevedeva il taglio del 50% entro il 2030 rispetto ai livelli del 2015-17, divieto in un grande numero di superfici, definite sensibili, promozione di pratiche ecocompatibili di controllo delle infestanti e target di riduzione anche a livello nazionale. Era stata presentata nell’estate del 2022. Von der Leyen ha rinviato una nuova discussione della proposta alla prossima legislatura sui fitofarmaci.

L’annullamento della manifestazione a Piazza San Giovanni

Secondo i responsabili di “Riscatto Agricolo” una manifestazione nel centro di Roma avrebbe aggiunto nuovi disagi alla circolazione stradale. Hanno fatto sapere che i presidi attivati nei giorni scorsi alle porte di Roma continueranno, resteranno decine di trattori. L’organizzazione ha fatto sapere di essere in attesa di una risposta da questura e prefettura per organizzare un corteo sul raccordo anulare domani sera con i trattori dei presidi. Il gruppo ha anche chiesto un incontro con la presidente Giorgia Meloni e con il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida. Ha così diffuso una nota che spiega la loro intenzione di portare a Sanremo la loro protesta.

La protesta degli agricoltori al Festival di Sanremo

“Se non potremo salire sul palco dell’Ariston, saremo costretti a concentrare su Sanremo, a partire da domani, tutti i trattori dei presidi della Lombardia, del Piemonte e della Liguria, che già si stanno organizzando per raggiungere Sanremo entro domani o sabato mattina”, si legge nella nota di Riscatto Agricolo. “Fino ad oggi abbiamo dimostrato un alto senso di responsabilità, che però non è stato ripagato, in quanto nessuno ha provveduto a contattarci sinora […] Non accettiamo le ultime informazioni avute tramite i media sulla volontà della RAI di far leggere un messaggio al conduttore Amadeus sul palco di Sanremo” si legge ancora nel documento. “Far salire sul palco una delegazione di agricoltori riteniamo sia l’unica soluzione accettabile per dare il giusto significato alla grave crisi che l’agricoltura sta vivendo, viste le accorate manifestazioni che da settimane stanno colpendo l’Europa intera e l’Italia, da nord a sud”.

8 Febbraio 2024

Condividi l'articolo