Il conflitto Israele-Palestina

Netanyahu non trova nessuna intesa con Biden

Anche in Europa Josep Borrell ha detto senza giri di parole che “il governo di Israele” guidato da Netanyahu rappresenta “un impedimento” ad una qualsiasi soluzione del conflitto, e che la comunità internazionale dovrebbe “imporre dall’esterno” la soluzione a 2 Stati.

Esteri - di Umberto De Giovannangeli - 21 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Netanyahu non trova nessuna intesa con Biden

«Israele deve mantenere il pieno controllo della sicurezza della Striscia per garantire che Gaza non rappresenti più una minaccia per Israele, e questo è in conflitto con la richiesta di sovranità palestinese». Questa – secondo l’ufficio di Netanyahu – la posizione ribadita dal primo ministro israeliano nella conversazione di venerdì con il presidente Usa.

Netanyahu – ha aggiunto l’ufficio riferendosi ai resoconti sul fatto che non si sia opposto alla soluzione dei 2 Stati – «ha ripetuto la sua posizione coerente da anni» annunciata anche in conferenza stampa il giorno prima del colloquio con Biden.

Ma le difficoltà di Bibi non si registrano solo con Washington: anche in Europa l’Alto rappresentante Josep Borrell ha detto senza giri di parole che “il governo di Israele” guidato da Netanyahu rappresenta “un impedimento” ad una qualsiasi soluzione del conflitto, e che la comunità internazionale dovrebbe “imporre dall’esterno” la soluzione a 2 Stati.

Ieri, intanto, 10 morti in Siria. E’ il bilancio del raid israeliano contro un edificio residenziale a Damasco, attacco in cui sono morti alcuni membri della Guardia rivoluzionaria iraniana. Lo ha reso noto l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Tra le vittime ci sono “cinque iraniani (che sono tre comandanti dei Pasdaran e altri due non identificati) e tre siriani assoldati dalle milizie iraniane, oltre a un iracheno e un libanese”, sostiene l’Ong.

21 Gennaio 2024

Condividi l'articolo