La rilevazione

Sondaggi politici elettorali: gli orientamenti di voto sui partiti nell’indagine SWG per il Tg La7

Chi sale e chi scende nell'ultimo sondaggio per il telegiornale di Enrico Mentana. I partiti e i leader alle prese con le candidature per le prossime elezioni tra europee e amministrative

News - di Redazione Web - 16 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Collage di foto da LAPRESSE con (da sinistra) Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Elly Schlein
Collage di foto da LAPRESSE con (da sinistra) Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Giuseppe Conte, Elly Schlein

Le polemiche per il caso Pozzolo sul colpo d’arma da fuoco esploso alla festa di Capodanno dal parlamentare di Fratelli d’Italia. La rissa nella maggioranza per le candidature alle amministrative. Le candidature alle Europee dei leader di partito e i malumori all’interno degli stessi. La conferenza stampa fiume, rimandata più volte, della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Eppure niente cambia, all’interno del panorama politico secondo gli orientamenti di voto dell’ultimo sondaggio SWG per il TgLa7. Si entra nel vivo nella campagna elettorale, si avvicinano gli appuntamenti decisivi per i partiti e i loro leader, sono settimane di grandi dibattiti e decisioni all’interno di ogni formazione. Eppure gli equilibri sembrano invariati, nulla di inalterato secondo l’indagine per il telegiornale di Enrico Mentana.

Il partito della premier Fratelli d’Italia perde appena lo 0,2% rispetto alla rilevazione di una settimana fa. È al 29%, imprendibile, nettamente primo partito al vertice, staccato da tutti gli altri. Rosicchia qualche punticino il Partito Democratico di Elly Schlein che guadagna uno 0,3% e sale al 19,4%, comunque a distanza siderale da FDI. Stessa variazione ma di segno opposto per il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte, che scende al 16,1%. La Lega del segretario e vice primo ministro Matteo Salvini – che alle elezioni Europee potrebbe candidare il generale Vannacci – è all’8,8%, perde lo 0,3%.

Forza Italia grossomodo stabile al 7,2%. Nessuna variazione per i partiti dell’ex Terzo Polo di Carlo Calenda e Matteo Renzi: Azione è al 4%, Italia Viva al 3,5%. Verdi e Sinistra guadagnano lo 0,2% e salgono al 3,4%. +Europa è al 2,3%. ItalExit per l’Italia, orfana del leader Gianluigi Paragone che ha appena lasciato la formazione, è all’1,6%. Unione Popolare è all’1,4%. Noi Moderati è all’1%. Alla generica voce “altre liste” si raccoglie un consenso del 2,3%. Scende di un punto, pur restando altissima e a conferma dei dati monstre di astensione a ogni voto, il dato di chi non si esprime: al 38%.

 

16 Gennaio 2024

Condividi l'articolo