Ma lui smentisce

Roberto Vannacci, nuovo libro per il generale in ottica candidatura alle Europee: pronto “La Forza e il coraggio”

Politica - di Redazione - 11 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Roberto Vannacci mostra il suo libro “Il mondo al contrario”
Roberto Vannacci mostra il suo libro “Il mondo al contrario”

La Lega di Matteo Salvini lo corteggia per una candidatura alle Europee di giugno, lui intanto è pronto a replicare il clamoroso successo di vendite di “Il mondo al contrario”. Parliamo di Roberto Vannacci, generale dell’esercito pronto a cimentarsi in un secondo libro dopo quello dai contenuti omofobi e razzisti diventato un caso.

Il nuovo libro di Vannacci

La seconda “fatica” letteraria di Vannacci uscirà a marzo con la casa editrice Piemme, gruppo Mondadori, e si chiamerà “La forza e il coraggio”. Ad anticipare la notizia è oggi Il Fatto Quotidiano: si tratta di un libricino di circa 200 pagine al costo di 18,50 euro.

Questa volta non sarà uno sproloquio sulla sua ideologia ma un libro autobiografico che racconterà la vita privata e il ruolo e la carriera nell’esercito di Vannacci. Le duecento pagine sono già pronte, manca solo la copertina. Il Fatto riporta anche la presentazione del libro: “Roberto Vannacci ha diviso l’Italia come nessuno negli ultimi anni. Il suo libro auto pubblicato ha venduto oltre 200mila copie. Un successo su cui nessuno aveva scommesso. Questa volta torna in libreria con un saggio diverso, più personale perché racconta la sua storia di fedele servitore dello Stato come generale incursore”.

E ancora: “Un incursore è sempre unico. Si nutre della soddisfazione di appartenere a una ristrettissima cerchia. Non si arrende mai e non abbandona mai la sfida; cade e si rialza, finché non raggiunge l’obiettivo. Un incursore esce dai ranghi della truppa”.

La smentita del generale

Ma parlando ad Affariitaliani.it, il generale smentisce l’anticipazione del Fatto (e anche di altri quotidiani). “Avete l’originale, fidatevi di me e non delle copie. Non so francamente che cosa stia vagheggiando Il Fatto – le parole di Vannacci – Il Fatto si assume le responsabilità di quello che scrive. Ricordo bene che il primo a scrivere di un mio secondo libro fu a novembre 2023 Tommaso Labate con le parole ‘un altro libro vibra sui polpastrelli’ del generale”.

Vannacci allo stesso tempo spiega che “l’idea ce l’ho sempre avuta e non escludo in futuro di uscire con un secondo libro. Ho del materiale nel computer e qualche idea ce l’ho, ma la notizia de Il Fatto non è assolutamente vera. Ho letto solo il titolo, nemmeno l’articolo, e mi sono messo a ridere”.

La candidatura alle Europee con Salvini

La pubblicazione del secondo libro a marzo è ovviamente una ulteriore “botta” di notorietà in vista delle elezioni europee previste il prossimo giugno, appuntamento elettorale per cui Vannacci è corteggiatissimo.

A parlare apertamente di una sua candidatura è stato nei giorni scorsi Matteo Salvini, il vicepremier e leader della Lega. In un colloquio in radio a Rtl 102.5 Salvini aveva annunciato la decisione di non candidarsi per le Europee, a differenza di quanto probabilmente farà Giorgia Meloni, ricordando che “come Lega abbiamo abbondanza di uomini e donne da candidare”.

Quindi aveva aperto alla candidatura di Vannacci: “Mi è stato chiesto se mi piacerebbe ospitare nelle liste della Lega il generale, vittima di una becera campagna mediatica”, e “se accettasse sarebbe un fatto positivo. Nelle nostre liste ospiteremo candidati che non hanno una tessera di partito in tasca ma hanno una chiara idea di Europa“, aveva concluso il segretario del Carroccio.

Parlando col Messaggero, Vannacci non ha fatto mistero di essere aperto alla possibilità di un impegno politico nel futuro prossimo. “Io candidato con la Lega? Con Matteo Salvini? Ci sto pensando“, le parole del generale al quotidiano romano.

Ho solo un cruccio – le sue parole – passare da un settore in cui sono un professionista affermato, l’esercito e il mondo militare, a un settore come la politica, in cui sono un dilettante“. “Io ho grande esperienza nella carriera militare. Sono e resto un soldato. Di politica invece – l’ammissione di Vannacci – non mi sono mai occupato, e dunque mi prendo del tempo e ringrazio chi mi ha offerto un’alternativa“.

di: Redazione - 11 Gennaio 2024

Condividi l'articolo