Il dramma nelle due città

Napoli e Padova, due incendi uccidono quattro persone

I fatti sono accaduti durante la notte. Nella città veneta le fiamme, scaturite da un braciere, hanno colpito un edificio abbandonato dove c'erano tre persone. Nel capoluogo campano, il rogo ha avuto luogo in un garage ed ha ucciso un clochard. Le quattro vittime decedute a causa del monossido di carbonio

Cronaca - di Redazione Web - 7 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Napoli e Padova, due incendi uccidono quattro persone

Tre persone sono state trovate morte in uno stabile abbandonato quasi certamente per l’esalazione di monossido di carbonio. All’interno di una stanza dell’ex istituto Configliachi in via Guido Reni a Padova, sono stati trovati infatti i residui di un braciere acceso. Sui cadaveri la polizia non ha riscontrato segni di violenza. Sono in corso accertamenti per identificare le tre vittime, probabilmente di origine magrebina.

A Padova

I cadaveri sono stati scoperti questa notte da una ‘volante’ della questura di Padova dopo la segnalazione al 113 da parte di alcuni migranti che bivaccavano nello stesso stabile di via Reni. Sul posto, oltre alle volanti e alla Squadra Mobile, sono arrivati anche i Vigili del Fuoco, la Polizia Scientifica, personale sanitario e medico legale.

A Napoli

Un clochard  morto a Napoli nell’incendio che ha interessato un garage. La rimessa di auto dove si sono sviluppate le fiamme si trova in piazza Carità. Nella notte si è sviluppato il rogo, e il quando è stato domato, in uno stanzino è stato trovato il corpo di un uomo che è stato poi identificato in quello di un senza fissa dimora che era solito ripararsi dal gelo in quel garage. Secondo un primo esame, l’uomo è morto soffocato dai fumi. Primi accertamenti indicano che l’incendio è stato probabilmente di natura accidentale. Le fiamme si sono sprigionate dalle casse automatiche.

7 Gennaio 2024

Condividi l'articolo