Conferme dal Mossad

Hamas: arresti in Germania, Danimarca e Olanda, “progettavano attentati in Europa”

Sette persone, quattro accusati di essere legati alle Brigate Ezzeldin al Qassam. "Progettavano attacchi contro istituzioni ebraiche". La conferma del Mossad

Esteri - di Redazione Web - 14 Dicembre 2023

CONDIVIDI

FOTO DI REPERTORIO – Police officers are standing outside an apartment building during a search in Osnabrueck, Germany, Friday, Nov. 6, 2020. German police have raided the homes and businesses of four men linked to the Islamic State sympathizer who carried out a deadly attack in Vienna this week. Federal police said Friday that officers, including members of the anti-terrorism unit GSG9, searched premises in Osnabrueck, Kassel and Pinneberg county. (Festim Beqiri/TV7News/dpa via AP)
FOTO DI REPERTORIO – Police officers are standing outside an apartment building during a search in Osnabrueck, Germany, Friday, Nov. 6, 2020. German police have raided the homes and businesses of four men linked to the Islamic State sympathizer who carried out a deadly attack in Vienna this week. Federal police said Friday that officers, including members of the anti-terrorism unit GSG9, searched premises in Osnabrueck, Kassel and Pinneberg county. (Festim Beqiri/TV7News/dpa via AP)

Sette persone in tutto, arrestate tra Germania, Danimarca e Olanda. Accusate di essere membri di Hamas, l’organizzazione politica e terrorista palestinese, e di progettare “potenziali attacchi terroristici contro istituzioni ebraiche in Europa”. Hamas è considerata un’organizzazione terroristica anche dall’Unione Europea. L’ufficio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha confermato gli arresti e aggiunto che le persone fermate agivano “in nome di Hamas”. Al momento non è chiaro se gli arrestati tra Germania e Danimarca fossero collegati.

A dare per prima la notizia è stata la Danimarca, che però aveva parlato di tre detenuti legati alla criminalità organizzata. Alcune ore dopo è arrivata la conferma, anche dai servizi israeliani del Mossad, che l’operazione coinvolgeva anche altri Paesi Europei. L’ufficio di Tel Aviv ha lanciato l’allarme sulle operazioni che Hamas intenderebbe allargare per “attaccare obiettivi israeliani, ebraici, occidentali a qualsiasi prezzo” in tutto il mondo.

L’inchiesta in Germania ha portato all’arresto di quattro sospetti identificati come i libanesi Abdelhamid al A. e Ibrahim el R., l’egiziano Mohamed B. e l’olandese Nazih R., che è stato arrestato dalla polizia olandese a Rotterdam. Sono accusati di appartenere a “un’organizzazione terroristica straniera”. Secondo le autorità locali stavano provando a portare armi a Berlino.

Secondo gli inquirenti tedeschi i quattro arrestati hanno partecipato ad operazioni all’estero di Hamas e aveva “strette” relazioni con il suo braccio armato, le Brigate Ezzeldin al Qassam. Dagli attacchi di Hamas nel sud di Israele e dalla successiva reazione dello Stato israeliano, che sta assediando via terra e via aerea la Striscia di Gaza, si sono verificati e riverberati diversi episodi di antisemitismo e di razzismo anti-arabo e veri e propri attentati o attacchi anche in Occidente.

La ministra dell’Interno tedesca Nancy Faese ha scritto un tweet sul social X. “L’arresto di quattro presunti membri dell’organizzazione terroristica Hamas dimostra che le nostre autorità di sicurezza sono estremamente vigili e agiscono di conseguenza. Abbiamo la scena islamista nel mirino. La protezione degli ebrei è la nostra massima priorità. Adottiamo tutti i mezzi legali contro coloro che minacciano la vita degli ebrei e l’esistenza dello Stato di Israele“.

14 Dicembre 2023

Condividi l'articolo