Il caso

Petro Poroshenko news: perché gli è stato impedito di uscire dall’Ucraina

L'ex presidente aveva in programma degli incontri diplomatici. Forse anche un vertice con Orban e questo avrebbe spinto il governo di Kiev a prendere tale misura

Esteri - di Redazione Web - 3 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Petro Poroshenko news: perché gli è stato impedito di uscire dall’Ucraina

All’ex presidente ucraino Petro Poroshenko è stato negato il permesso di lasciare l’Ucraina per un incontro programmato con il premier ungherese Viktor Orban. Lo ha riferito il servizio di sicurezza ucraino. Poroshenko aveva riferito venerdì di essere stato respinto alla frontiera nonostante avesse precedentemente ricevuto il permesso dal Parlamento di lasciare il Paese. In base alla legge marziale, gli uomini ucraini di età compresa tra i 18 e i 60 anni non possono lasciare il Paese senza un’autorizzazione speciale.

Petro Poroshenko news: chi è l’ex presidente ucraino

Il 58enne, ha dichiarato di avere in programma incontri con il presidente della Camera degli Stati Uniti Mike Johnson e con il Parlamento polacco. Ma i funzionari della sicurezza hanno affermato che Poroshenko ha accettato di incontrare anche Orban, che in passato ha elogiato il presidente russo Vladimir Putin e si è rifiutato di sostenere l’adesione di Kiev all’Ue. In una dichiarazione sui social media, hanno affermato che tali colloqui avrebbero reso Poroshenko uno “strumento nelle mani dei servizi russi“.

Petro Poroshenko news: le parole dell’ex presidente

Sabato sera, il portavoce di Orban ha dichiarato che l’Ungherianon desidera prendere parte alle lotte politiche interne del presidente Zelensky“, senza confermare o smentire che sia stato pianificato un incontro tra Poroshenko e il leader ungherese. Poroshenko, che ha definito la sua esperienza al confine un “attacco all’unità“, non ha ancora commentato l’accusa di aver pianificato un incontro con Orban. Lo speaker del Parlamento ucraino ha accusato il partito politico di Poroshenko, il centro-destra Solidarietà Europea, di aver fatto in passato false affermazioni sul fatto che ai suoi legislatori venisse sistematicamente impedito di viaggiare all’estero.

3 Dicembre 2023

Condividi l'articolo