La nomina

Chi è Fabio Ciciliano, il commissario per la riqualificazione di Caivano nominato dal governo Meloni

Gestirà i 30 milioni stanziati dal decreto legge per gli interventi di riqualificazione e sviluppo di aree e situazioni di degrado, vulnerabilità sociale e disagio giovanile

Cronaca - di Redazione Web - 7 Settembre 2023

CONDIVIDI

Chi è Fabio Ciciliano, il commissario per la riqualificazione di Caivano nominato dal governo Meloni

Il governo ha nominato in Consiglio dei ministri Fabio Ciciliano come commissario per la riqualificazione del comune di Caivano, il comune al centro del caso di cronaca – gli stupri di gruppo ai danni di due ragazzine di 10 e 12 anni – che ha portato al Parco Verde anche la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e alcuni ministri. Ciciliano d’intesa con il comune di Caivano e il Dipartimento per le politiche di coesione della presidenza del Consiglio, entro 15 giorni dovrà adottare un piano straordinario d’interventi infrastrutturali e di riqualificazione del territorio comunale. Il piano sarà attuato con il supporto tecnico-operativo di Invitalia S.p.a. e dovrà prevedere anche specifici interventi urgenti.

Ciciliano è nato a Napoli, membro della Polizia di Stato. È dirigente medico della Polizia di Stato ed esperto di Medicina delle catastrofi. Ha fatto parte del Comitato tecnico scientifico per la pandemia da coronavirus covid-19. Durante il primo anno è stato segretario e responsabile della stesura dei verbali. Dovrà gestire i 30 milioni stanziati dal decreto legge approvato oggi per gli interventi di riqualificazione e sviluppo di aree e situazioni di degrado, vulnerabilità sociale e disagio giovanile. Primo obiettivo sarà il recupero, con gli Uffici del Genio militare e con la società Sport e Salute S.p.a., dell’ex centro sportivo Delphinia abbandonato.

“Conosce molto bene il territorio”, ha commentato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano secondo il quale uno dei primi interventi sarà il “ripristino del centro sportivo varato alla fine degli anni Ottanta che era un fiore all’occhiello e che da anni è diventato una discarica”. Proprio nel centro sportivo abbandonato Delphinia si sarebbero consumati alcuni degli stupri denunciati dalle cuginette. La Premier Meloni nella sua visita a Caivano ha promesso la riapertura entro la prossima primavera, quando sarà affidato al Gruppo sportivo della Polizia, le Fiamme Oro.

Il decreto presentato in conferenza stampa dal governo ha abbassato a 14 anni l’età minima per disporre alcuni provvedimenti come il Daspo urbano e ha inasprito le pene per i genitori di ragazzi che non rispettano le regole. Il testo non è ancora disponibile e il decreto legge sarà subito in vigore ma dovrà essere discusso ed essere convertito in legge entro 60 giorni.

 

7 Settembre 2023

Condividi l'articolo