Il lutto

Chi è e come è morto Roberto Colannino, addio al manager e imprenditore italiano

Ha lavorato nelle principali industrie e società italiane. Ha fondato gruppi finanziari prestigiosi ed è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Aveva 80 anni

Cronaca - di Redazione Web - 19 Agosto 2023 alle 12:30

Condividi l'articolo

Chi è e come è morto Roberto Colannino

Dall’Olivetti alla Telecom, passando per l’Alitalia, è morto Roberto Colannino, l’imprenditore che ha rilanciato il gruppo Piaggio. Aveva compiuto da poco 80 anni. Era nato a Mantova il 16 agosto del 1943. Colaninno era presidente e amministratore delegato di Piaggio, presidente di Immsi spa (società che controlla il gruppo Piaggio) e presidente dell’advisory board di Piaggio fast forward, società con sede a Cambridge, Massachusetts (Usa). Dopo le iniziali esperienze in Fiaam (azienda italiana di componentistica auto) di cui diventa amministratore delegato, Colaninno ha fondato nel 1981 a Mantova la Sogefi che, sotto la sua guida, arriva ad essere uno dei principali gruppi italiani nel settore della componentistica auto e viene quotato in Borsa.

Chi è e come è morto Roberto Colannino

Nello stesso periodo ricopre incarichi in importanti multinazionali americane e inglesi del settore automotive. A settembre del 1996 assunse l’incarico di amministratore delegato di Olivetti. In breve tempo, anche grazie ad accordi internazionali, risana l’azienda e la trasforma in una holding delle telecomunicazioni. A febbraio del 1999, alla guida di Olivetti, l’imprenditore mantovano lancia sul mercato la più grande Offerta pubblica di acquisto mai tentata sino ad allora in Italia, per un valore complessivo di oltre 60 miliardi di euro, conclusa con l’acquisizione del 51% di Telecom Italia. Ne divenne presidente e amministratore delegato, oltre che presidente di Tim (cariche che ha mantenuto fino al 31 luglio 2001). A settembre del 1998 fonda Omniaholding spa, società finanziaria di famiglia di cui era presidente.

La carriera

A settembre del 2002 costituisce, con altri soci, Omniainvest spa, società di partecipazioni oggi controllata da Omniaholding. A novembre 2002, attraverso Omniaholding e Omniainvest rileva Immsi spa, società di gestione di attività immobiliari quotata in Borsa. Alle attività immobiliari, Immsi affianca dal febbraio 2003 anche quelle di partecipazioni in aziende industriali e di servizi, tra cui quelle di controllo del gruppo Piaggio e del Gruppo Intermarine. Nel 2008 il Gruppo Immsi è tra i soci fondatori di Cai (Compagnia aerea italiana), società che acquisisce le compagnie aeree Alitalia e Airone. Colaninno è stato presidente e consigliere di amministrazione di Alitalia; membro del consiglio di Mediobanca, Capitalia e altre istituzioni finanziarie, e del consiglio direttivo e della giunta di Confindustria. Nel 2000 è stato nominato Cavaliere del Lavoro, e nel 2014 è stato insignito dell’onorificenza di ufficiale della Legion d’Honneur.

19 Agosto 2023

Condividi l'articolo