Le condizioni di salute di F4

Marco Di Lauro, disposta la perizia psichiatrica per l’ex boss di Secondigliano

La Corte d'Assise d'Appello ha accolto l'istanza dell'avvocato Gennaro Pecoraro. L'esame avrà inizio a partire dal 21 agosto, entro il mese di settembre dovrà essere depositato l'esito

Cronaca - di Andrea Aversa - 13 Agosto 2023 alle 13:01

Condividi l'articolo

Le condizioni di salute di Marco Di Lauro

Da tempo non mangia con continuità e oltre al peso avrebbe perso anche i capelli. Ma non è solo il cibo che Marco Di Lauro avrebbe rifiutato. ‘F4‘, così chiamato perché quarto figlio di Paolo Di Lauro – alias ‘Ciruzzo o Milionario – da mesi non parla con nessuno. Inoltre, non ha accettato i colloqui né con il suo avvocato, Gennaro Pecoraro, né con i suoi familiari: la compagna di sempre e persino sua madre. L’ex boss di Secondigliano, quartiere dell’area Nord di Napoli, arrestato a marzo del 2019 dopo 15 anni di latitanza, sarebbe in gravi condizioni di salute.

Le condizioni di salute di Marco Di Lauro

A denunciarlo a l’Unità lo scorso 20 luglio è stato proprio l’avvocato Pecoraro. Il legale ha anche affermato che dal prossimo 21 agosto avranno inizio le operazioni per la perizia psichiatrica proprio a carico di Di Lauro. La Corte d’Assise d’Appello ha dunque accettato la richiesta dell’avvocato difensore di ‘F4‘. Entro il prossimo mese di settembre dovranno essere resi noti gli esiti dell’esame. Ma quali sono le condizioni di salute di Marco Di Lauro? Quest’ultimo è detenuto al regime di massima sicurezza del 41bis presso il carcere di Sassari.

L’istanza e la perizia

Come denunciato dall’avvocato Pecoraro: “Marco Di Lauro non vede e non parla con nessuno – ha spiegato il legaleAnzi, rimanda indietro parte del cibo e dei vestiti che la compagna gli fa avere in carcere. Durante uno dei nostri ultimi incontri, mi aveva dato la sensazione di avvertire la presenza di persone che non c’erano fisicamente in quel momento e di sentirne le voci. La sua salute – ha dichiarato l’avvocatosarebbe precaria. Quello che chiediamo è che al mio assistito sia garantito il diritto alla salute. Cosa che purtroppo nelle carceri e soprattutto al 41bis non sempre avviene“.

Come il fratello Cosimo

Quello che sta succedendo a Marco Di Lauro ricorda quello che è accaduto al fratello Cosimo. Quest’ultimo ha perso la vita nel carcere di Opera a Milano, dove era detenuto al regime del 41bis. Era il giugno del 2022. Il primogenito di Ciruzzo ‘o Milionario è deceduto a causa di un avanzato degrado psicofisico. Rifiutava il cibo, non curava l’igiene personale, fumava decine di sigarette al giorno e non vedeva e parlava con nessuno. Nonostante alcuni aspetti come le pseudo-allucinazioni uditive, reazioni depressive, ansiose e turbe del sonno, l’autorità giudiziaria rigettò la richiesta di una perizia psichiatrica. E Cosimo Di Lauro, forse privato delle giuste cure, morì sepolto in carcere. Speriamo che lo stesso non accada al fratello Marco.

13 Agosto 2023

Condividi l'articolo