Caltanissetta

Stalking e violenze, 33enne si toglie la vita dopo la denuncia all’ex: l’uomo già condannato

L'ex era stato condannato a 11 anni per violenza sessuale e lesioni nei confronti della donna. Il pg aveva disposto l'aggravamento della misura cautelare, in carcere

Cronaca - di Redazione Web - 5 Luglio 2023

CONDIVIDI

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Era appena tornata a denunciare il suo ex compagno, per stalking. Lo stesso uomo che aveva già denunciato in passato e che soltanto qualche mese prima era stato condannato a 11 anni per violenza sessuale e lesioni nei confronti della donna. Che si è tolta la vita, a 33 anni, a Riesi in provincia di Caltanissetta. La Procura nissena dovrà chiarire i contorni di una vicenda tragica, un caso che rimette al centro le violenze sulle donne e la normativa Codice Rosso.

L’uomo era stato condannato per in primo grado e in appello a undici anni. Con la vittima era stata legata in una relazione sentimentale andata avanti per qualche mese nel 2020. La coppia aveva convissuto. L’ultima sentenza era arrivata ad aprile. Pochi mesi dopo la nuova denuncia: la donna ha raccontato di altre minacce. La nuova inchiesta della Procura aveva portato a una richiesta di aggravamento della misura cautelare. Il pg Fabiola Furnari aveva chiesto e ottenuto in tempi record l’aggravamento che aveva portato l’uomo dagli arresti domiciliari con braccialetto elettronico al carcere.

Due giorni dopo la nuova rinuncia la donna si sarebbe impiccata. Prima di togliersi la vita, secondo le ricostruzioni riportate da Radio Gr 1, la 33enne avrebbe telefonato proprio al suo ex compagno. L’uomo avrebbe scritto sui social: “Dio ti faccia riposare in pace, ti amerò per tutta la vita”. Non è chiaro in quale momento, visto l’aggravamento della misura cautelare. La procura dovrà accertare il legame tra la tragedia e la vicenda pregressa e se qualcosa nelle misure cui l’uomo era sottoposto non abbia funzionato.

5 Luglio 2023

Condividi l'articolo