La strage a Gaza

Israele bombarda scuola Onu a Gaza, strage terroristica nel silenzio complice della stampa italiana

Non so se il governo italiano possa fare qualcosa per fermare Israele e favorire la caduta del governo Netanyahu, responsabile di una quantità innumerevole di delitti. So che la stampa italiana, cioè la maggior parte dei giornali e tutti i grandi giornali, è complice di Israele.

Editoriali - di Piero Sansonetti - 7 Giugno 2024

CONDIVIDI

Israele bombarda scuola Onu a Gaza, strage terroristica nel silenzio complice della stampa italiana

L’esercito israeliano ha commesso un nuovo gravissimo crimine di guerra. Ha bombardato una scuola, dell’Onu, uccidendo almeno 45 persone. Quasi tutti ragazzi. L’Onu sostiene che finora sono oltre 15mila i ragazzi uccisi, la maggior parte bambini.

Se facciamo le proporzioni con la popolazione, è come se in Italia fossero stati uccisi mezzo milione di ragazzi. Per fortuna in Italia non è mai successo. neanche durante i conflitti mondiali.

Non so se il governo italiano possa fare qualcosa per fermare Israele e favorire la caduta del governo Netanyahu, responsabile di una quantità innumerevole di delitti. So che la stampa italiana, cioè la maggior parte dei giornali e tutti i grandi giornali, è complice di Israele.

Nasconde le notizie e i crimini. Si dimostra assolutamente illiberale (questa è la ragione per la quale il nostro giornalismo, nel mondo, è considerato tra i peggiori o forse il peggiore dell’Occidente).

Ieri, alle quattro del pomeriggio, molte ore dopo la strage, sull’online del Corriere della Sera e della Stampa non si trovava il titolo sulla strage orrenda. Su Repubblica era il decimo titolo. Non è bello, per noi, sentirci parte di un sistema dell’informazione in questo modo subalterno e fazioso.

7 Giugno 2024

Condividi l'articolo