Residenti in ostaggio

Gigi D’Alessio in concerto a piazza del Plebiscito inaugura il ‘Napoli città della musica – Live Festival 2024’ ed è subito caos: via Chiaia invasa dalle auto

Tante le segnalazioni da parte dei cittadini: viabilità già in tilt. Pedoni vittime dello smog, automobilisti in difficoltà. Il centro del capoluogo campano non può sostenere una tale continuità di eventi: 14 show in soli 20 giorni

Cronaca - di Andrea Aversa - 7 Giugno 2024

CONDIVIDI

Gigi D’Alessio in concerto a piazza del Plebiscito inaugura il ‘Napoli città della musica – Live Festival 2024’ ed è subito caos: via Chiaia invasa dalle auto

Stasera andrà in scena il primo dei 22 concerti previsti dalla rassegna Napoli città della musica – Live Festival 2024. Lo slogan della kermesse è, “Una grande festa della musica in tutta la città“. Del tutto falso, in quanto sono soltanto due le location nelle quali si svolgeranno gli show: piazza del Plebiscito e lo stadio Diego Armando Maradona. Addirittura, nell’iconica piazza napoletana, sono stati previsTi ben 14 concerti in poco più di 20 giorni. Questa sera è la prima delle 8 che vedrà protagonista Gigi D’Alessio e come è stato previsto su questo giornale, i primi disagi per cittadini e residenti non hanno tardato a rivelarsi.

Gigi D’Alessio in concerto a Napoli in piazza del Plebiscito per il ‘Napoli città della musica – Live Festival 2024’

Nell’area (paralizzata) che comprende piazza Trieste e Trento, piazza del Plebiscito, il Teatro San Carlo, via Santa Lucia, parte di via Toledo e dei Quartieri Spagnoli, sono attese circa 100mila persone. Gli effetti sono stati già evidenti con la folla che da qualche ora ha iniziato ad riempire la zona. Molte le segnalazioni inviate alla nostra redazione, con tanto di fotografie: le immagini hanno mostrato una via Chiaia invasa dalle automobili e intasata dal traffico. Quella che è un’arteria principale pedonale del centro città è stata trasformata per necessità, dal piano traffico varato dal Comune di Napoli, in una ‘via dello smog‘, dove – tra tavolini e spazzi ristretti – una mamma con un passeggino fa fatica a camminare (così come farebbe un anziano o un disabile in carrozzina).

Gigi D’Alessio in concerto a Napoli in piazza del Plebiscito: ed è caos

Come sostenuto giorni fa, la nostra riflessione non è stata basata sull’essere contrari a prescindere ad eventi del genere che faranno anche bene all’immagine di Napoli e che magari avranno un indotto economico importante per la città, non solo in ambito turistico. Il discorso è un altro: ma davvero è possibile pensare di organizzare una cosa del genere, senza che non ci siano gravi ripercussioni sui residenti e sui cittadini che sono di fatto ‘ostaggi‘ della kermesse? Tutto ciò, secondo l’amministrazione comunale, è davvero sostenibile per un centro città già di per sé iper congestionato e deficitario nei servizi pubblici essenziali (su tutti, trasporti, pulizia, controlli delle forze dell’ordine e decenza del manto stradale)? Sono domande lecite e legittime che non necessitano di super scienziati per avere delle risposte.

7 Giugno 2024

Condividi l'articolo