L'omicidio

Accoltellato a morte al parco: 21enne ucciso alla Montagnola, gli appelli alla sicurezza a Bologna

Solo qualche giorno fa una donna aveva denunciato una violenza sessuale. Il sindaco ha sentito il ministro Piantedosi per "un intervento accurato e risolutivo"

Cronaca - di Redazione Web - 16 Maggio 2024

CONDIVIDI

Bologna, scalinata della montagnola, nella notte del 15 maggio è stato accoltellato a morte un ragazzo tunisino di 21 anni dopo una tentata rapina. Bologna, Italia – Cronaca – Giovedì 16 Maggio 2024 ( Photo Guido Calamosca / LaPresse ) Bologna, stairway of the mountain, on the night of May 15th a 21 year old Tunisian boy was stabbed to death after an attempted robbery. News – Bologna, Italy – sun, thu 16, 2024 ( Photo Guido Calamosca / LaPresse )
Bologna, scalinata della montagnola, nella notte del 15 maggio è stato accoltellato a morte un ragazzo tunisino di 21 anni dopo una tentata rapina. Bologna, Italia – Cronaca – Giovedì 16 Maggio 2024 ( Photo Guido Calamosca / LaPresse ) Bologna, stairway of the mountain, on the night of May 15th a 21 year old Tunisian boy was stabbed to death after an attempted robbery. News – Bologna, Italy – sun, thu 16, 2024 ( Photo Guido Calamosca / LaPresse )

Soltanto qualche giorno fa alla Montagnola si era consumato uno stupro ai danni di una donna. Ieri sera un omicidio, nel parco nel centro di Bologna. A morire un giovane uomo di 21 anni di origine tunisina, ferito fatalmente a coltellate. È caccia all’uomo al momento, l’aggressore non stato catturato. La prima ipotesi è quella del tentativo di rapina. Sul posto è intervenuta la polizia che ha condotto le indagini. E a Bologna cresce l’apprensione per gli episodi di cronaca che si sono verificati negli ultimi tempi.

L’omicidio si sarebbe consumato intorno alle 21:30. La vittima sarebbe stata colpita con un coltello all’altezza del costato, sul lato sinistro. È stata trovata ai piedi della scalinata del Pincio, soccorsa e trasportata in ospedale dov’è morta poco dopo l’arrivo. Aveva 21 anni, origini tunisine. Al vaglio le immagini delle telecamere di sorveglianza per ricostruire la dinamica dell’aggressione.

Il Resto del Carlino solleva un altro interrogativo: poco prima, nel luogo dell’omicidio, era stata segnalata una rissa tra più persone, all’arrivo delle volanti era stata trovata soltanto la vittima. Per la violenza sessuale di qualche giorno fa è stato arrestato un 25enne tunisino. La zona della Montagnola è considerata ormai da tempo una zona fortemente interessata dallo spaccio di sostanze stupefacenti. Anche il Siulp (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia) ha diramato una nota denunciando carenze di organico, una vera e propria emergenza: “In stazione qualche anno fa c’erano 100 agenti, ora a malapena 60 che si traduce in 5/6 operatori per turno”.

Anche il Comune ha segnalato il momento difficile. “Un episodio gravissimo che si aggiunge agli ultimi di questi giorni – dichiara il capo di Gabinetto Matilde Madrid. – Il sindaco questa mattina ha sentito il ministro Piantedosi per chiedere un intervento accurato e risolutivo, e anche Prefetto e Questore. I cittadini sono stanchi di avere paura. Il Comune, insieme a tante realtà, sta per dare avvio ad una rassegna di tre mesi nel parco della Montagnola, con eventi ogni sera per costruire un presidio culturale nella zona, ma sull’area esterna dal Pincio e piazza XX Settembre occorre una soluzione. Siamo pronti a collaborare con le forze dell’ordine e chiediamo che il ministro intervenga al più presto”.

16 Maggio 2024

Condividi l'articolo