Aveva 83 anni

È morto Roberto Cavalli: addio allo stilista fiorentino noto in tutto il mondo

Era malato da tempo. Brevettò un procedimento di stampa su pelle e aprì un negozio di jeans usati a Saint-Tropez. Il suo stile divenne subito riconoscibile in tutto il mondo

Cultura - di Redazione Web - 12 Aprile 2024

CONDIVIDI

Gian Mattia D’Alberto / lapresse 14-01-2014 Milano spettacolo moda Milano Moda Uomo autunno-inverno 2014-2015 parterre sfilata Roberto Cavalli nella foto: Roberto Cavalli Gian Mattia D’Alberto / lapresse 14-01-2013 Milan Milan Man’s Fashion week winter 2014-2015 parterre Roberto Cavalli show In the photo: Roberto Cavalli
Gian Mattia D’Alberto / lapresse 14-01-2014 Milano spettacolo moda Milano Moda Uomo autunno-inverno 2014-2015 parterre sfilata Roberto Cavalli nella foto: Roberto Cavalli Gian Mattia D’Alberto / lapresse 14-01-2013 Milan Milan Man’s Fashion week winter 2014-2015 parterre Roberto Cavalli show In the photo: Roberto Cavalli

Roberto Cavalli e il suo stile subito riconoscibile: i broccati, gli intarsi in pelle, le stampe animalier, gli abiti print leopardo, zebra, tigre. E il colore, la sua ossessione. Roberto Cavalli, il ragazzo che da giovanissimo si appassionò alla pittura, che si appassionò alla fotografia e che divenne in tutto il mondo un’icona della moda made in Italy è morto a Firenze. Aveva 83 anni, era malato da tempo. La notizia è stata diffusa dal quotidiano La Nazione.

Cavalli era nato a Firenze il 15 novembre del 1940. Il padre fu ucciso in un rastrellamento dei nazisti, nella piazza di Castel Nuovo Sabbioni, in provincia di Arezzo. Si diplomò all’Istituto d’arte di Firenze e negli anni Settanta brevettò un sistema di procedimento di stampa su pelle e cominciò a creare patchwork di materiali e colori. A Parigi, nel 1970, presentò la sua prima collezione. A Saint-Tropez aprì un negozietto di jeans usati dove arrivavano Bridgitte Bardot e Mick Jagger.

A metà anni Novanta cominciò a essere distribuito in 36 Paesi. Il suo stile era subito riconoscibile. Per lui sfilarono modelle come Cindy Crawford, Charlize Theron, Sharon Stone, Naomi Campbell e Jennifer Lopez. Amava gli animali, i pappagalli e i cani. Era iconico nella sua posa con sigaro e grandi occhiali colorati. Raccontava che quella sua ossessione per il colore era un’eredità dello zio pittore macchiaiolo. Negli anni Novanta creò il marchio uomo RC Menswear e la linea di moda giovanile Just Cavalli.

Cavalli aveva ceduto il suo marchio storico nel 2015, al fondo d’investimento italiano Clessidra, fu poi acquistato nel 2019 da Vision Investments. Due anni fa era diventato padre del figlio Giorgio, avuto con la compagna svedese Sandra Bergman, 38 anni. Il sesto figlio dopo Tommaso e Cristiana, nati dal suo primo matrimonio con Silvanella Giannoni, e Robert, Rachele e Daniele, avuti dalle seconde nozze con Eva Duringer, suo braccio destro anche nella moda. Accanto a Cavalli nelle ultime ore c’era la compagna degli ultimi 15 anni. Cavalli raccontò la sua vita nell’autobiografia Just Me.

12 Aprile 2024

Condividi l'articolo