Il caso della foto

Kate Middleton e il mistero della foto ritoccata: “Perché mentire nella prima foto dopo la malattia?”

Curiosità - di Redazione Web - 12 Marzo 2024

CONDIVIDI

La foto ritoccata di Kate Middleton con i figli
La foto ritoccata di Kate Middleton con i figli

Da quando è stata diffusa la prima foto di Kate Middleton dopo la malattia, sul web proliferano le teorie sulla misteriosa scomparsa delle principessa per una non meglio specificata ufficialmente malattia e annessa operazione all’addome. Poi è sbucata sui social della principessa di Galles una foto in occasione della festa della mamma che la ritrae sorridente mentre abbraccia i figli. La foto ha creato scalpore perché subito in tanti si sono accorti che era manipolata. Perché farlo?

La foto di Kate ritoccata e le scuse della principessa

Dopo poche ore dalla pubblicazione della foto è scoppiata la bufera. Tanto che la principessa è intervenuta ammettendo di aver ritoccato la foto pubblicata assieme ai figli George, Charlotte e Louis lo scorso 10 marzo, il giorno della Festa della mamma nel Regno Unito. Sui suoi canali social ha infatti condiviso il seguente messaggio: “Come molti fotografi amatoriali, ogni tanto faccio esperimenti con il fotoritocco. Volevo esprimere le mie scuse per l’eventuale confusione causata dalla fotografia di famiglia che abbiamo condiviso ieri. Spero che tutti coloro che hanno festeggiato abbiano passato una felice festa della mamma. C”.

Dove è ritoccata la foto di Kate con i figli

L’AFP, dopo che aveva lanciato quella che doveva essere la prima foto in posa di Kate dopo l’intervento chirurgico all’addome, e dopo aver comunicato ai suoi clienti il suo ritiro (proprio perché i photo editor erano certi del ritocco) ha spiegato cosa c’è che non torna nella foto. Innanzitutto un pezzo di golfino manca sulla manica di Charlotte: sulla manica del golf di lana appare all’improvviso, proprio poco sopra la mano, un tratto di colore relativo alla gonna, scozzese, della bambina; I capelli di Charlotte, che terminano bruscamente sulla spalla e sono troppo lunghi rispetto all’ultima uscita pubblica nel 2023 a Natale; La cerniera del maglione della principessa Catherine, anomala rispetto alla prospettiva e ‘disallineata’: sembra fare una specie di ‘salto’. La forma della gonna di Charlotte là dove si sovrappone alla mano di George.

Perché la foto di Kate Middleton con i figli è ritoccata

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, per gli esperti la foto è stata scattata con una macchina fotografica Canon ed è stata ritoccata due volte con il software Adobe: una l’8 marzo alle 21.54 e il 9 alle 09.39, salvata su un Apple Mac e diffusa il 10, giorno della festa della mamma in Inghilterra.

Perché le agenzie hanno ritirato la foto di Kate con i figli?

Dopo aver appurato che la foto era ritoccata le maggiori agenzie di stampa hanno ritirato lo scatto. Eric Baradat, direttore del desk foto della Agence France-Presse ha parlato di un “fallimento di comunicazione” da parte die Windsor. “Era importante per noi — ha sottolineato — chiarire che la fotografia era stata manipolata. Le condizioni di salute della principessa sono un argomento di interesse ed era nostro dovere evidenziare i problemi della foto diramata dai reali”. Continuando a spiegare: “Abbiamo giornalisti specializzati e vari programmi di software in grado di evidenziare eventuali ‘correzioni’. Ci sono problemi con il viso di Kate Middleton, con la mano e la gonna di Charlotte, la maglia di uno dei due bambini: ci sono tracce di manipolazioni digitali che rendono questa immagine problematica”. “Va contro — ha aggiunto — ogni etica giornalistica, contro ogni nostra direttiva. Non possiamo dire di aver visto una fotografia originale o vera e nei confronti dei nostri clienti abbiamo l’obbligo della trasparenza”.

Perché Kate e William hanno voluto mentire?

Resta da capire perché il principe e la principessa del Galles hanno voluto diramare una fotografia che “non è onesta o autentica”. Vista la scarsità di notizie ufficiali sulla salute della principessa le teorie sui social si sono moltiplicate. Secondo alcuni esperti, la foto risalirebbe addirittura a novembre 2023. Perché dopo la bufera Kensington Palace non ha deciso di diramare la foto vera? Certo se l’intento della foto era rassicurare i sudditi sulle condizioni di salute di Kate, l’effetto è stato il contrario, alimentando le teorie e i complottismi social.

La teoria del complotto sui social e l’hashtag #WhereIsKateMiddleton

Subito dopo la notizia dell’intervento da Kensington Palace avevano annunciato che non ci sarebbero stati aggiornamenti sulla salute di Kate “se non necessari”. E quando William ha disdetto la partecipazione alla commemorazione di Costantino, nella nota ufficiale c’era anche scritto che la principessa “sta bene” e “sta migliornado”. Ma intanto sui social spopola l’hashtag #WhereIsKateMiddleton. Mentre la stampa inglese rispetta il desiderio di privacy della principessa, la stampa estera si esprimeva in diverse teorie tra cui quella che vorrebbe Kate “in coma”. Altri hanno parlato di “complicazioni per un intervento di lifting ai glutei”, per citarne solo alcuni.

Qualche giorno fa, durante una visita nella gallese Wrexham, qualcuno ha chiesto a William: “Come sta Kate?”. E lui non aveva risposto, ignorando la domanda. La Bbc sui social ha spiegato che “secondo quanto apprendiamo, la principessa sta bene, ma il Palazzo ora è sotto pressione per i complottismi sempre più virali”. Una decina di giorni fa, l’informata corrispondente reale del Daily Mail, Rebecca English, aveva scritto che la principessa Kate stava meglio. E che addirittura, giorni fa, si sarebbe recata da Windsor nell’altra tenuta di Sandringham per passare il weekend con i figli e probabilmente fare visita anche a re Carlo. Intanto è stato annunciato il primo ritorno in pubblico di Kate in una occasione ufficiale. la Difesa britannica ha annunciato che l’8 giugno prossimo ci sarà il primo impegno ufficiale della futura regina per la parata di Trooping the Colour, ma poi c’è stata una smentita ufficiale da Kensington Palace.

12 Marzo 2024

Condividi l'articolo