Vittima di femminicidio

Madre, sportiva e amante della natura: chi è Sara Buratin uccisa dal marito a Padova

La donna è stata ammazzata a coltellate, avrebbe festeggiato il compleanno tra pochi giorni. A trovare il corpo senza vita è stata la mamma. Il furgone dell'uomo è stato rinvenuto in un fiume. La figlia della coppia, 15 anni, è ora orfana

Cronaca - di Andrea Aversa - 28 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Chi è Sara Buratin uccisa dal marito a Padova

Un omicidio premeditato. Alberto Pittarello, caldaista di 39 anni, avrebbe preso un giorno di ferie per tendere l’agguato alla moglie. L’avrebbe colpita con diverse coltellate e uccisa nel cortile di casa della suocera. Così ha perso la vita Sara Buratin. Originaria della provincia di Padova, 41 anni e insieme al consorte e presunto killer, aveva una figlia 15enne. Ora la giovane è orfana, considerato che si sono perse le tracce del padre. Il furgone, con il quale quest’ultimo sarebbe scappato via dal luogo del delitto, è stato trovato in un fiume. È caccia all’assassino o almeno al suo corpo. Ma chi è Sara Buratin?

Chi è Sara Buratin

La donna era un’appassionata di sport e amava la natura. Viveva da oltre dieci anni a Bovolenta. Con la sua famiglia si era trasferita nella piccola località padovana a causa dell’alluvione che nel 2010 colpì quel territorio. I genitori, mamma Maria e papà Franco (che non c’è più), vivono in viale Italia dove Sara Buratin si recava ogni giorno per andare a salutare la madre. La 41enne abitava, invece, in via San Gabriele a due chilometri di distanza.

Sara Buratin: la figlia, lo sport e la natura

Assistente in uno studio dentistico, Sara Buratin si allenava in palestra. Faceva fitness e partecipava a maratone. Andava sui pattini e spesso amava allenarsi in compagnia degli amici. Il suo amore per la natura e la sua passione per lo sport, sono documentate sulle foto pubblicate sui social. In molte di esse, la 41enne è immortalata durante una passeggiata in montagna. Sono stati tantissimi i messaggi di affetto e cordoglio per lei. Sara Buratin era molto amata e benvoluta dall’intera comunità. Era nota per essere un’ottima madre e una professionista impeccabile. Tra qualche giorno avrebbe dovuto festeggiare il compleanno. Ma non ci saranno nessuna torta da tagliare e nessuna candelina da spegnere. Solo una figlia adolescente da consolare e proteggere.

28 Febbraio 2024

Condividi l'articolo