Lutto nel mondo del calcio

Andreas Brehme, chi era e com’è morto l’ex calciatore dell’Inter e campione del mondo con la Germania

La notizia improvvisa, confermata dalla compagna. Aveva 63 anni. "Rispettate la nostra privacy, non fate domande in questo momento difficile". Con i nerazzurri aveva vinto lo scudetto dei record, segnò lui il rigore decisivo alla finale di Italia '90

News - di Redazione Web - 20 Febbraio 2024

CONDIVIDI

©DPA/LAPRESSE 08-07-1990 IROMA SPORT CALCIO MONDIALI DI CALCIO 1990 PARTITA FINALE GERMANIA ARGENTINA(1-0) NELLA FOTO: ANDREAS BREHME,CODESAL MENDEZ
©DPA/LAPRESSE 08-07-1990 IROMA SPORT CALCIO MONDIALI DI CALCIO 1990 PARTITA FINALE GERMANIA ARGENTINA(1-0) NELLA FOTO: ANDREAS BREHME,CODESAL MENDEZ

Andreas Brehme detto Andi era diventato famoso in Italia con la maglietta nerazzurra dell’Inter e per quel rigore calciato allo Stadio Olimpico di Roma che aveva portato la terza Coppa del Mondo in Germania. È morto all’improvviso, a 63 anni, l’ex terzino e centrocampista tedesco secondo quanto riportato dalla Bild. L’ex calciatore era stato ricoverato nella notte tra lunedì e martedì al pronto soccorso della Clinica Universitaria in Ziemssenstrasse, a Monaco di Baviera. Non c’è stato niente da fare. Brehme è morto poco più di un mese dopo Franz Beckenbauer, altra icona del calcio tedesco, che lo aveva allenato.

Brehme prima di arrivare in Italia aveva giocato in Germania al Kaiserslautern e al Bayern Monaco. Dopo l’Italia la Spagna, al Real Saragozza. Rimase sempre legato all’Inter, con cui giocò dal 1988 al 1992 con la quale vinse lo Scudetto dei record nella stagione 1988/1989. “Un grande giocatore, un vero interista. Ciao Andi, per sempre una leggenda”, il cordoglio espresso in una nota dalla società neroazzurra. Con l’Inter Brehme collezionò 154 presenze, 12 reti, uno Scudetto, la Supercoppa italiana e la Coppa Uefa 1990-91.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Inter (@inter)

Con la Nazionale invece segno 8 reti in 86 partite. Quando appese le scarpette al chiodo provò senza successo la carriera da allenatore prima di raggiungere Giovanni Trapattoni, che lo aveva allenato all’Inter, sulla panchina dello Stoccarda nelle vesti di vice. Brehme lascia la compagna Susanne Schaefer e due figli avuti dal matrimonio con Pilar. Piuttosto attivo sui social, era seguito da oltre 113mila follower su Instagram. Appena ieri aveva pubblicato un post con la sua maglietta numero 3 dell’Inter.

Com’è morto Brehme

Il Bayern Monaco si è detto in una nota “estremamente triste per l’improvvisa scomparsa di Andreas Brehme. Estendiamo il nostro più profondo cordoglio alla sua famiglia e ai suoi amici. Andreas Brehme sarà sempre nei nostri cuori, come Campione del Mondo ma soprattutto come una persona molto speciale. Sarà sempre parte della famiglia dell’FC Bayern. Riposa in pace Andi!”. L’Inter ha annunciato che stasera, in occasione della gara di andata valida per gli ottavi di finale di Champions League contro l’Atletico Madrid, i suoi calciatori scenderanno con una fascia nera al braccio, in segno di lutto.

“È con profonda tristezza che annuncio a nome della famiglia che il mio compagno Andreas Brehme è morto improvvisamente e inaspettatamente stasera (ieri, ndr) a causa di un arresto cardiaco“, ha dichiarato in una nota la compagna dell’ex terzino sinistro dell’Inter e della Germania, Susanne Schaefer. “Vi chiediamo di rispettare la nostra privacy e di astenervi dal fare domande in questo momento difficile”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andreas Brehme (@andibrehme)

20 Febbraio 2024

Condividi l'articolo