Intercettazioni proibite

Casarini salva vite e viene processato, Ostellari mente alla Camera ma non se ne frega nessuno

Sarebbe il caso che il ministro Nordio intervenisse: primo, per cacciare Ostellari, perché se rispondi a una interrogazione parlamentare devi dire la verità. E poi per imporre a Piantedosi di ritirare la costituzione di parte civile in un processo illegale, perché non è bello che il governo partecipi a un processo pieno di illegalità e di violazioni del diritto di difesa.

Editoriali - di Piero Sansonetti - 15 Febbraio 2024 alle 14:30

Condividi l'articolo

Casarini salva vite e viene processato, Ostellari mente alla Camera ma non se ne frega nessuno

Si è tenuta ieri a Ragusa la prima frazione dell’udienza preliminare nella quale si dovrà decidere se archiviare o rinviare a giudizio la Ong “Mare Jonio” (Luca Casarini e altri) accusata dalla Procura di avere salvato e portato a terra alcuni naufraghi che da 38 giorni erano abbandonati su una nave mercantile, ferma a metà mare tra Italia e Libia, bloccata dalla scelta dell’Italia e di Malta di non andare a salvarli.

La prima cosa curiosa che è successa è che i responsabili dell’abbandono dei migranti (che dovrebbero essere processati per omissione di soccorso secondo le leggi internazionali, e anche le leggi italiane) si sono costituiti parte civile, affiancando i Pm e contrapponendosi agli imputati che sono quelli che hanno salvato i naufraghi.

Ho letto proprio ieri un ironico e polemico post di “Pif” (scrittore, attore e regista) il quale tentava di spiegare a un marziano come funziona il cristianesimo al quale si ispirano i movimenti e i partiti della destra europea, e naturalmente non ci riusciva: immaginate ora se dovesse spiegare a un marziano perché i salvatori sono sul banco degli imputati e gli affogatori nel banco dell’accusa. Diventerebbe pazzo, povero “Pif” .

Nel corso della mattinata di ieri però sono saltate fuori altri problemi. Primo, che nell’inchiesta contro i salvatori sono state eseguite tonnellate di intercettazioni e di sequestri di mail e whatsapp in modo del tutto illegale. Intercettando parlamentari (è proibito) e persino gli avvocati difensori (cosa che non si fa neppure in Turchia: forse in Iran). Cioè, l’inchiesta è illegale. Oltretutto parti delle intercettazioni (parti irrilevanti e che quindi andavano distrutte) sono state distribuite a un giornale.

A questo si aggiunge che l’altro giorno il sottosegretario Ostellari è andato in Parlamento e ha negato tutto. Ora sarebbe il caso che il ministro Nordio intervenisse: primo, per cacciare questo Ostellari, perché se rispondi a una interrogazione parlamentare devi dire la verità.

E poi per imporre al collega Piantedosi di ritirare la costituzione di parte civile in un processo illegale, perché non è bello che il governo partecipi a un processo pieno di illegalità e di violazioni del diritto di difesa. Sù, Nordio, per una volta dimostra che allo stato di diritto ci tieni.

15 Febbraio 2024

Condividi l'articolo